Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO: Le interviste ai protagonisti raccolte dal nostro inviato a Bruxelles

LE TIPICITÀ TREVIGIANE SBARCANO AL PARLAMENTO EUROPEO

Dai Bibanesi alla Trota Blu sino al Figo Moro di Cordignano


BRUXELLES - (mz) Le tipicità della Marca al Parlamento Europeo. In senso letterale, perchè una serie di prodotti tipici del Trevigiano (con qualche sconfinamento nel veneziano e nel pordenonese) sono stati presentati nella sede di Bruxelles dell'assemblea continentale, nell'ambito di una manifestazione – evento speciale. Non, però, i ben noti prosecco e radicchio rosso, ma specialità più di nicchia e per questo, forse, ancor più bisognose di promozione e di valorizzazione. La delegazione era composta da sei aziende dell’agroalimentare di casa nostra: Bibanesi, Confraternita del Raboso Piave, Consorzio del Figo Moro, Consorzio Vini Venezia, Latteria Soligo, Trota Blu, e dall’artista di Revine Lago Pierluigi Slis. Già presente con suoi lavori alla Biennale di Venezia, Slis ha creato, nel corridoio centrale del padiglione dedicato ad Altiero Spinelli, un'installazione ad hoc, intitolata “Rien va plus”.Ad organizzare la kermesse, battezzata “Sette saperi della Marca”, l'europarlamentare leghista ed ex sindaco di Vittorio Veneto, Giancarlo Scottà, che peraltro è stato trattenuto in Italia da un problema di salute. A rappresentare il parlamento dell'Unione, comunque, sono intervenuti la lussemburghese Astrid Lulling, presidente del gruppo Intervini, e i colleghi italiani Francesco Speroni, Lorenzo Fontana, Mario Borghezio, Franco Frigo ed Andrea Zanoni, oltre al presidente del Consiglio regionale del Veneto, Clodovaldo Ruffato. Rappresentanti delle istituzione e dei produttori hanno sottolineato come l'Unione europea possa favorire opportunità di mercato e di esportazione, ma anche come sia necessario evitare una burocrazia spesso eccessiva e politiche, specie in campo agro-alimentare, troppo centrate sulle produzioni intensive dell'Europa centro-settentrionale.


Galleria fotograficaGalleria fotografica