Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, l'ultima segnalazione arriva da un frequentatore dell'aeroporto "Canova"

CACCIA AI CLONATORI DI FREQUENZE PER APRIRE LE AUTO IN SOSTA

Furti su vettura in aumento, l'allarme lanciato dalla Questura


TREVISO - (nc) Ladri d'auto in grado, con un pc ed uno speciale software, di copiare le frequenze dei telecomandi che attivano la chiusura centralizzata delle vetture in sosta. E' questa l'ultima “tendenza” che si sta diffondendo anche nella Marca. A lanciare l'allarme, solo l'ultimo in ordine di tempo, è stato qualche giorno fa un frequentatore dell'aeroporto “Canova”. L'uomo ha raccontato alla polizia di aver chiuso regolarmente l'auto e di essersi allontanato per qualche minuto. Una volta tornato alla macchina ha trovato la portiera aperta e poco distante ha notato una vettura di grossa cilindrata con all'interno un uomo che stava armeggiando con un computer portatile. L'ignoto automobilista, capito di essere stato visto, ha messo in moto e si è dileguato: non era comunque riuscito ad asportare nulla dal veicolo. Del caso ora si occuperà la polizia aeroportuale del “Canova” che visionerà i filmati di videosorveglianza del parcheggio.