Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, l'ultima segnalazione arriva da un frequentatore dell'aeroporto "Canova"

CACCIA AI CLONATORI DI FREQUENZE PER APRIRE LE AUTO IN SOSTA

Furti su vettura in aumento, l'allarme lanciato dalla Questura


TREVISO - (nc) Ladri d'auto in grado, con un pc ed uno speciale software, di copiare le frequenze dei telecomandi che attivano la chiusura centralizzata delle vetture in sosta. E' questa l'ultima “tendenza” che si sta diffondendo anche nella Marca. A lanciare l'allarme, solo l'ultimo in ordine di tempo, è stato qualche giorno fa un frequentatore dell'aeroporto “Canova”. L'uomo ha raccontato alla polizia di aver chiuso regolarmente l'auto e di essersi allontanato per qualche minuto. Una volta tornato alla macchina ha trovato la portiera aperta e poco distante ha notato una vettura di grossa cilindrata con all'interno un uomo che stava armeggiando con un computer portatile. L'ignoto automobilista, capito di essere stato visto, ha messo in moto e si è dileguato: non era comunque riuscito ad asportare nulla dal veicolo. Del caso ora si occuperà la polizia aeroportuale del “Canova” che visionerà i filmati di videosorveglianza del parcheggio.