Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Caerano, sigarette elettroniche e liquidi erano stati rivenduti ad un negozio di Quinto

SVALIGIA NEGOZIO IN CUI LAVORA TITOLARE COSTRETTO A CHIUDERE

Dipendente infedele denunciato, nei guai anche i due complici


CAERANO SAN MARCO - Era stato assunto qualche mese fa come dipendente in un negozio specializzato nella vendita di sigarette elettroniche a Caerano San Marco: a causa di un furto, messo a segno qualche settimana fa, il titolare, Luca Baggio, era stato costretto a chiudere i battenti della sua attività. L'episodio, anomalo, ha spinto i carabinieri di Montebelluna a vederci chiaro e le indagini hanno portato ad una verità sconcertante. A mettere a segno il furto era stato proprio il dipendente, D.D., un 45enne di Noale. La merce, del valore di circa 18mila euro, era già stata ricettata ad un negozio di Quinto di Treviso di proprietà di una coppia: lui 48enne, lei 43enne. I carabinieri, nel corso di un'ispezione, hanno scoperto che il negozio aveva già messo in vendita buona parte dei liquidi per sigarette elettroniche derivanti dal furto messo a segno a Caerano. La coppia è stata denunciata per ricettazione; recuperata buona parte della refurtiva che era custodita nelle abitazioni dei tre coinvolti nell'indagine e nel negozio di Quinto. Secondo quanto è stato accertato dagli investigatori, coordinati dal capitano Eleonora Spadati, il 45enne (denunciato per furto) si era reso protagonista poco tempo fa di un altro furto messo a segno all'interno di un negozio di informatica di Montebelluna. In questo frangente le telecamere di videosorveglianza lo inquadrarono mentre trafugava un pc.

Galleria fotograficaGalleria fotografica