Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Manildo: "Diamo seguito alla sentenza del Tar, è una scelta di buon senso"

VIA AI LAVORI AL MUSEO BAILO, SALVO IL CONTRIBUTO EUROPEO

I 2,7 milioni di euro di Ue, Stato e Regione non sono andati perduti


TREVISO - “Diamo seguito alla sentenza del Tar affinché possano iniziare al più presto i lavori di ristrutturazione del Museo Bailo. Questa è la vera priorità per Treviso e per i suoi cittadini”. Commenta così il Sindaco di Treviso Giovanni Manildo la decisione dell’amministrazione comunale di dare seguito alla sentenza del tribunale regionale che stabilisce la revoca dei lavori alla società per azioni LI.TA costruzioni S.p.a, aggiudicandoli invece alla ditta Due P Srl. “Si tratta di una scelta di buon senso che tiene conto del vero obiettivo con il quale il Comune aveva deciso di indire un bando di gara: ovvero la ristrutturazione di uno dei musei più importanti della nostra città. Assegnare immediatamente l’esecuzione dei lavori alla Due P è l’unico modo che abbiamo per non rinunciare a quei 2milioni e 700mila euro che la Ue, lo Stato e la Regione avevano destinato per questi interventi”, sottolinea il Sindaco. La scelta dell’amministrazione comunale tiene contro anche dell’eventualità che la LI.TA S.p.a possa ricorrere in appello, chiedendo così l’intervento del Consiglio di Stato che in questi casi è chiamato ad esprimersi nel giro di tre o quattro mesi di tempo. Nel contratto stipulato con la Due P il Comune ha infatti inserito una clausula risolutiva in base della quale, se l’organo di appello dovesse esprimersi diversamente, il Comune salderà i lavori eseguiti fino a quel momento alla Due P e affiderà nuovamente i lavori alla prima impresa. “Il compito dell’amministrazione in questa vicenda era di creare le condizioni affinché i lavori potessero essere avviati al più presto grazie anche ai contributi europei che, fino ad oggi, troppo spesso ci siamo lasciati sfuggire”, chiude il sindaco.