Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Arrestato un 44enne laziale: interrogato dal gip è tornato subito in libertà

TENTATA ESTORSIONE DOPO L'ASTA: IMPRENDITORE FINISCE IN MANETTE

Avrebbe chiesto 2 mila euro alla vittima per evitare il rilancio all'asta


VALDOBBIADENE – (gp) Imprenditore in manette per tentata estorsione. A mettere i carabinieri di Valdobbiadene sulle sue tracce è stata la vittima di 49 anni che, stando alla denuncia, si era aggiudicata un’asta giudiziaria all’incanto del Tribunale di Treviso per dei mezzi agricoli, pagati 40 mila euro. L’asta sarebbe stata sua se nei successivi 10 giorni un altro acquirente non avesse rilanciato la sua offerta. Secondo gli investigatori dopo pochi giorni la vittima avrebbe ricevuto una telefonata minacciosa, da parte dell'imprenditore (un 44enne laziale) il quale avrebbe detto che in cambio di 2 mila euro avrebbe evitato di rilanciare. Episodio che venne subito denunciato e che fece scattare la trappola: quando il 44enne si è presentato all’appuntamento in un bar di Valdobbiadene e dopo la consegna della somma è stato tratto in arresto. Finito di fronte al gip, che ha convalidato l'arresto ma anche disposto l'immediata scarcerazione senza nessuna misura cautelare, il 44enne ha raccontato una diversa versione dei fatti: contattata la presunta vittima per poter vedere i macchinari prima di rilanciare l'offerta, avrebbe ricevuto un rifiuto. Così avrebbe chiesto alla vittima il pagamento delle spese per la trasferta. Una versione che verrà approfondita nel corso delle indagini.