Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindacato di polizia accusa il Questore Cacciapaglia, lettera al Ministero

COISP: "ACCERTAMENTI ANTIMAFIA IN RITARDO"

Sollecito della Prefettura alla Questura per velocizzare le pratiche


TREVISO - Il sindacato di polizia Coisp boccia su tutta la linea, ad un anno dal suo insediamento, il Questore di Treviso, Tommaso Cacciapaglia. In una dura nota emessa dal segretario provinciale, Berardino Cordone, al numero uno della polizia trevigiana vengono mosse accuse al vetriolo. Gravi violazioni alle norme contrattuali, disparità di trattamento, poca sicurezza: sono solo alcuni dei punti di una missiva che sarà inviata al ministero degli Interni. “Consapevole della carenza di Dirigenti, anziché chiedere fortemente l’aumento di suoi cooperatori, dopo aver chiesto ed ottenuto la doppia dirigenza di un suo diretto collaboratore, che dovrà dirigere due diverse divisioni di Polizia importantissime (amministrativa e anticrimine) incurante delle richieste di aumento di organico della divisione anticrimine -si legge nel comunicato- ha fatto in modo di far recuperare il lavoro arretrato accumulato suddividendolo per tutti gli uffici aumentando a dismisura il carico di lavoro del personale e mettendo a rischio di ritardo ulteriore la delicatissima attività posta in essere dagli ufficiali di polizia giudiziaria della divisione anticrimine. Da ieri, dopo il sollecito di una Prefettura che non vedeva risposte alla richiesta di accertamenti antimafia formulata numerosi mesi addietro, visto l’enorme accumulo di questo lavoro, l’arretrato è stato suddiviso ed assegnato a tutto il personale della Divisione". In merito al comportamento del Questore di Treviso, il Coisp, ha fatto una dettagliata relazione e segnalato il tutto al Ministero dell’Interno.