Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tre anni di carcere a un 28enne e quattro anni a un 24enne: vendevano marijuana

SPACCIO A VITTORIO VENETO: DUE CONDANNE E UN RINVIO A GIUDIZIO

A processo a marzo un terzo imputato di 37 anni, al momento irreperibile


VITTORIO VENETO - (gp) Due condanne e un rinvio a giudizio per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A finire di fronte al gup Silvio Maras, tre ragazzi vittoriesi finiti al centro di un'inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Valeria Sanzari. F.E., 28enne di Vittorio Veneto difeso dall'avvocato Ivan Venzo, è stato condannato a tre anni di reclusione mentre J.A.T., 24enne argentino d'origine ma residente da anni a Vittorio Veneto e difeso in aula dall'avvocato Alessandra Nava, è stato condannato invece a quattro anni. Il terzo imputato, M.C. di 37 anni difeso dall'avvocato Fabio Venturino e al momento irreperibile, dovrà affrontare il processo che inizierà a marzo. Per entrambi i condannati il giudice ha disposto, oltre a una multa complessiva di poco superiore ai 25 mila euro, l'interdizione dai pubblici uffici per i prossimi cinque anni. Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, i tre imputati si sarebbero resi protagonisti di diverse cessioni di marijuana a giovani e giovanissimi della piazza vittoriese. Al primo, beccato con in casa quasi quattro etti di stupefacente il 31 gennaio del 2012, venivano contestate cessioni dall'ottobre del 2011, quando in pratica venne messo sotto controllo. Anche se nel capo d'imputazione si parla di attività di spaccio precedenti. Modiche quantità a prezzi contenuti, ma pur sempre cessioni. Stesso discorso per il secondo degli imputati: in casa gli inquirenti gli trovarono oltre tre etti e mezzo di marijuana suddivisa in piccoli involucri pronti per essere smerciati. In più sarebbero state documentate diverse cessioni sempre a giovani del paese. Il terzo imputato invece è chiamato a rispondere di qualche cessione a cadenza settimanale tra il settembre 2011 e il gennaio 2012. “Attendo le motivazioni per presentare appello - chiarisce l'avvocato Venzo - perché puntiamo a far riconoscere l'attenuante del modico uso, con conseguenze cancellazione di un terzo della pena”.