Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, operazione della squadra mobile e della polizia stradale, 31 denunciati

RICICLAGGIO DI AUTO DI LUSSO SGOMINATA LA GANG DEGLI ZINGARI

Tre arrestati, in cella anche un 25enne trevigiano, Ivan Baricevic


TREVISO - Un'organizzazione, dai meccanismi ben oliati, specializzata nel riciclaggio di veicoli di lusso frutto di furti e truffe. A disarticolarla è stata la squadra mobile di Treviso con la collaborazione delle polizie stradali di Treviso e Udine. A comporre il gruppo criminale erano: un nomade trevigiano residente a Santa Bona in via dei Biscari, Ivan Baricevic, 25 anni, e due friulani residenti a Lignano, Mauro Sileno e Samil Huseinagic, di 42 e 36 anni. Per tutti, accusati di truffa, furto e ricettazione, si sono aperte le porte del carcere mentre altre 28 persone sono state denunciate tra cui un nomade 48enne di Ponzano, braccio destro di Baricevic: facevano parte della fitta rete di collaborazione con l'organizzazione. In pochi mesi la banda era riuscita a far sparire, reimmatricolare e rivendere ad ignari acquirenti ben 24 vetture di pregio, la maggior parte Bmw: le vetture, quasi tutte recuperate, avevano fruttato un guadagno di circa 720mila euro. Ben precisi i ruoli nella banda: Baricevic aveva il compito di procurarsi le vetture attraverso furti e truffe mentre i due complici si occupavano dei trasferimenti delle auto verso l'estero ed in particolare verso la Slovacchia. I veicoli infatti venivano “ripuliti”, clonando i numeri di telaio con altri già esistenti, spediti all'estero per ottenere della nuova documentazione e fatti tornare in Italia. Lo stesso metodo veniva utilizzato anche per le auto provenienti dalla Slovacchia che venivano ripulite nel nostro Paese e poi messe in vendita. La banda si serviva, hanno accertato gli investigatori, di un'agenzia di pratiche auto di Latisana per la reimmatricolazione dei mezzi. I veicoli venivano poi rivenduti ad un prezzo inferiore del 30% prezzo di listino: tra le persone incaricate della vendita c'era anche il titolare di un autolavaggio di Lignano. A dare il via alle indagini era stata la squadra mobile di Treviso.