Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

II curatore Filippi: "Capitale di rancore accumulato da imprenditori e clienti"

IL TERZIARIO DI MARCA LANCIA QUALCHE SEGNALE DI RISALITA

Dall'Osservatorio Confcommercio indizi di uno stop alla caduta


TREVISO - Il periodico Osservatorio sui consumi promosso dalla Confcommercio di Treviso mostra qualche timido segnale in controtendenza. Nel terzo trimestre dell'anno, tra i 500 soggetti intervistati aumenta la percentuale di quanti dichiarano vendite in crescita rispetto ad un anno fa (oggi sono il 13%, allora erano il 9%). Stesso discorso per il fatturato, con gli ottimisti passati dal 7 al 9%. Cifre ancora molto esigue, spiega Vittorio Filippi, il curatore della ricerca, ma che testimoniano almeno una “riduzione del peggioramento”.

Sia gli imprenditori del terziario, sia i consumatori mettono il lavoro in testa alle riforme più attese: in particolare, la riduzione del cuneo fiscale per lasciare più soldi in tasca ai dipendenti e più risorse per gli investimenti alle imprese. A preoccupare, però, è quello che Filippi definisce il “capitale del rancore”: tra gli operatori i sentimenti prevalenti sono ansia e delusione (indicati ciascuno da un 20% di intervistati) e sei clienti su dieci esprimono delusione e rabbia, mentre non più del 5% delle due categorie continua a nutrire fiducia.