Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Al via il processo a carico di Mario Zaccariotto, numero uno dell'azienda di Gaiarine

EVASIONE ALLA ZACCARIOTTO CUCINE, TITOLARE SOTTO ACCUSA

Contestati 19 milioni di imponibile non dichiarato e 4 milioni di Iva


GAIARINE – (gp) Al via il processo a Mario Zaccariotto, il titolare della “Zaccariotto cucine” di Gaiarine. Conclusi gli accertamenti della guardia di finanza, la procura trevigiana contesta all'imprenditore di non aver dichiarato un imponibile, dal 2005 al 2010, stimato in 19 milioni di euro, al quale si andrebbe ad aggiungere un'evasione dell'Iva per un totale di altri 4 milioni di euro. Un buco all'erario insomma quantificato dagli inquirenti in poco meno di 23 milioni di euro per i quali Mario Zaccariotto tornerà di fronte al giudice a maggio, quando inizierà la sfilata dei testimoni del pubblico ministero e della difesa. A cominciare dagli uomini della Guardia di Finanza che hanno condotto le indagini. L'inchiesta a carico di Mario Zaccariotto era stata resa nota assieme a un'altra vicenda legata all'evasione della Jesse, altra grande azienda di Francenigo sempre operante nel settore del mobile.