Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dall'associazione l'appello ai Comuni trevigiani ad unirsi per recuperare risorse

"NEL 2014 NUOVO BOOM DELLE TASSE LOCALI PER CITTADINI E IMPRESE"

Allarme della Confartigianato su Tasi e Tari


TREVISO - Un nuovo rialzo della tassazione locale nel 2014. E' il rischio paventato dalla Confartigianato della Marca: a confermarlo, secondo l'associazione, una progressione allarmante: dal 1997 ad oggi la pressione fiscale nazionale è cresciuta del 38,8%, mentre quella locale ha registrato un aumento del 204,3%, soprattutto per compensare i tagli dei trasferimenti dallo Stato centrale. La Confartigianato trevigiana non risparmia critiche alla Legge di stabilità, giudicata una manovra recessiva e senza veri stimoli allo sviluppo, ma lancia l'allarma anche sul fatto che Tari e Tasi (le nuove imposte su rifiuti e servizi indivisibili come l'illuminazione) determinimo un ulteriore incremento del tributi a livello locale. "Anche a causa del meccanismo di riscossione - conferma Francesco Giacomin, direttore dell'associazione provinciale -, temiamo che nelle pieghe della legge si nasconda la facoltà per i Comuni di mettere nuove tasse". Per questo, la Confartigianato chiede alle amministrazioni di mantenere al minimo le aliquote e, soprattutto, di accelerare i processi di aggregazione di servizi e di fusione per recuperare risorse da reinvestire a favore di cittadini e aziende.