Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra per danneggiamento e minacce un idraulico 28enne di Orsago

MINACCIA LA EX CON UNA MAZZA E UNA SCIABOLA: PATTEGGIA 8 MESI

In un caso avrebbe sfondato la vetrata di casa di un amico della donna


ORSAGO – (gp) Otto mesi di reclusione con sospensione condizionale della pena. Questa l'entità del patteggiamento ottenuto da un idraulico 28enne di Orsago finito a processo per danneggiamento e minacce nei confronti della sua ex convivente, una ragazza di 30 anni, madre di tre figli, anche lei di Orsago. Secondo l'accusa nel marzo scorso, una domenica sera, il giovane si sarebbe presentato sotto casa di lei con una mazza di ferro e una sciabola per minacciarla. Non sarebbe stato però l'unico episodio denunciato poi dalla vittima: il 30 marzo il 28enne avrebbe infatti seguito la donna fino a Refrontolo dov'era andata a trovare un amico. Il giovane, vista l'auto dell'ex fidanzata parcheggiata nel vialetto di casa dell'uomo e con le chiavi inserite, sarebbe salito a bordo, avrebbe innestato la marcia e avrebbe sfondato una vetrata esterna dell'abitazione. Il 28enne sarebbe riuscito a darsi alla fuga, rendendosi irreperibile, per poi tornare in azione nuovamente la serata del 2 aprile, questa volta a Cordignano: qui venne sorpreso e arrestato una prima volta dai carabinieri mentre danneggiava l'auto di un'amica dell'ex fidanzata.