Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, black out in città: al cinema Edera sospesa la proiezione del Gattopardo

MALTEMPO: STRADE ALLAGATE E DANNI IN TUTTA LA PROVINCIA

Acquazzone e grandine, crolla controsoffitto dello "Zalivani"


TREVISO - Strade e sottopassi allagati, rami caduti, un blackout che lascia al buio gli spettatori di un cinema, decine di chiamate ai Vigili del fuoco. Ancora una volta, il maltempo, con violenti acquazzoni e grandine che nella serata di martedì si è abbattuto sulla Marca, ha creato non pochi problemi. La zona più colpita è stata quella tra Quinto, Treviso, San Biagio di Callalta e Motta di Livenza. Oltre cinquanta le richieste di soccorso arrivate alla sala operativa dei Vigili del fuoco tra le 23 e le 2 ed una quindicina gli interventi compiuti dai pompieri. A telefonare soprattutto i residenti della zona della Ghirada e del quartiere di Sant'Angelo, a Treviso, a causa dell'allagamento della sede stradale: dalla scorsa notte il sottopasso di via Sarpi è rimasto chiuso ed intransitabile a causa del ristagno di acqua. Parecchie chiamate hanno riguardato alberi sradicate o pali della rete elettrica e telefonica pericolanti. Nel capoluogo, a causa del temparale, sono andate in tilt anche diverse centraline elettriche e telefoniche: il black out, tra l'altro, ha provocato anche un'interruzione di circa mezz'ora nella proiezione al Cinema Edera, dove era in programma la visione del restaurato capolavoro di Luchino Visconti, "Il Gattopardo".

A Motta di Livenza la forte grandinata ha causato infiltrazioni dal tetto di un capannone nella zona industriale. A San Biagio, dalla copertura dal distributore di benzina di via Dalmazia si sono staccate alcuni pannelli, caduti sulle pompe di erogazione senza ulteriori conseguenze.

Non collegato al maltempo, invece, l'intervento effettuato alla casa di riposo Zalivani di Treviso viale IV Novembre dove è crollata parte della controsoffittaura del locale utilizzato come bar al piano terreno. Nessuna conseguenza per gli ospiti. Il crollo è stato causato dalla perdita di una tubazione che ha imbibito il controsoffitto appesantendolo fino a farlo crollare. Messo in sicurezza il locale sono immediatamente iniziati i lavori di ripristino.

Il Pd: "Correre ai ripari". Il tetro spettacolo delle strade allagate a cui abbiamo assistito dopo il temporale di martedì è il risultato di vent'anni di incuria da parte della lega. Il sottopassaggio di Via Sarpi aveva un livello di allagamento che ha rappresentato un situazione di pericolo per coloro che avessero cercato di passare. Non basta però piangere sul latte versato. Ora è necessario correre ai ripari, non solo gestendo l'emergenza ma pensando a soluzioni per quelle zone che regolarmente finiscono sott'acqua. Le conosciamo, è arrivato il tempo di attivarsi. Uno dei compiti fondamentali di una comunità è quello di occuparsi del proprio territorio, della sua gestione e della sua sicurezza.

 


Galleria fotograficaGalleria fotografica