Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In lieve aumento gli ammalati di tubercolosi e morbo del legionario

L'EPATITE DA FRUTTI ROSSI RISPARMIA L'ULSS 7

Tre casi registrati nel 2012 nell'azienda sanitaria della Sinistra Piave


PIEVE DI SOLIGO - Ulss 7 “risparmiata” dall’epidemia di epatite A legata al consumo dei frutti di bosco, in lieve aumento i casi di tubercolosi e di legionellosi, stazionari quelli relativi a malaria e patologie legate alle zecche: sono solo alcuni dei dati contenuti del Bollettino Epidemiologico Locale 2013, pubblicato dall’Ufficio Epidemiologico del Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss 7 Veneto.

Sul fronte delle malattie infettive nel 2012 l’Ulss 7 ha registrato 18 casi di tubercolosi, a fronte dei 13 dell’anno precedente, nessuno dei quali si è presentato in forma resistente. Parecchi casi hanno riguardato anziani immunodepressi a causa della presenza di altre gravi patologi. Undici i casi di legionellosi,  due in più dell'anno prima. Nove gli ammalati di malaria, in linea con il recente passato: si tratta di persone che hanno contratto la malattia fuori Ulss. Tre icasi di epatite A (di origine alimentare), relativi a persone non vaccinate: “Si tratta di un numero di casi decisamente contenuto, considerato che a livello nazionale, e soprattutto nelle regioni settentrionali, si è registrata un’importante epidemia originata dal consumo di frutti di bosco contaminati provenienti da paesi extra Ue - sottolinea Tiziana Menegon, coordinatrice del Bel. Nel 2012 l’Ulss 7 ha registrato anche 2 casi di epatite B, uno dei quali fulminante. Stabili l'incidenza di encefalite trasmessa da zecche, con 3 segnalazioni relative a Tbe e 4 alla malattia di Lyme. Dal 2006 è stata attivata, nell’Ulss 7, la vaccinazione contro la Tbe: finora sono state vaccinate oltre 800 persone.