Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Assolto un 73enne di Mogliano Veneto per violenza sessuale su minore

NON ABUSĎ DI UN 12ENNE: IL VERO MANIACO ╚ ANCORA LIBERO

Pensionato a processo ma era vittima di uno scambio di persona


MOGLIANO VENETO – (gp) C'è un maniaco che gira liberamente per le strade di Mogliano Veneto. A decretarlo è stato il gup Silvio Maras all'esito dell'udienza preliminare a carico di un 73enne moglianese, difeso dall'avvocato Mauro Serpico, finito ingiustamente sotto accusa per violenza sessuale aggravata su minore. Con la sentenza di piena assoluzione per non aver commesso il fatto, il giudice ha messo nero su bianco che un episodio di violenza sessuale ai danni di un ragazzino di 12 anni all'epoca dei fatti (ora ne ha 14) è rimasto senza un colpevole. O meglio, il vero responsabile non solo non è stato perseguito ma su di lui non pende al momento nessuna denuncia ed è libero di girare per strada. I fatti risalgono al 24 aprile del 2011. Il ragazzino, al termine dell'allenamento di nuoto alle piscine Rari Nantes, stava aspettando la madre nel parcheggio quando un uomo lo avrebbe avvicinato e, con una scusa, lo avrebbe portato nel parco delle piscine. Lì avrebbe iniziato a masturbarsi e toccare il piccolo nelle parti intime. Gesti a cui il ragazzino riuscì a sottrarsi scappando dal parco. L'accaduto venne raccontato alla madre che sporse denuncia dando il via alle indagini. Nel corso di un incidente probatorio, il piccolo disse che l'uomo indossava una tuta blu e dei sandali, dicendo che l'aggressore assomigliava a una delle foto in mano agli inquirenti. A luglio dello scorso anno però, quando ormai il procedimento contro il 73enne era già incardinato, la vittima venne avvicinata un'altra volta da un signore anziano, lo stesso del parco delle piscine. Stavolta l'incontro avvenne all'altezza dell'Ulss di Mogliano Veneto. Il 12enne lo riconobbe, e corse a dire alla madre che si trattava dello stesso uomo che lo aveva molestato, ma che non era quello della foto delle forze dell'ordine. Circostanza ribadita in aula dal piccolo, che ha fatto sì che il 73enne venisse scagionato dalle accuse.