Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il punto nella commissione congiunta Urbanistica - Lavori pubblici

QUARTO LOTTO DELLA TANGENZIALE: C'╚ SOLO UN VECCHIO PROGETTO

Iter amministrativo rimasto bloccato al 2010


TREVISO - Il progetto per il quarto lotto della Tangenziale è ancora in fase preliminare ed ormai risale a vari anni fa, quindi, con ogni probabilità, andrà rivisto ed aggiornata. A fare il punto sulla situazione dell'asse viario destinato a collegare Castellana e Feltrina è stata una seduta congiunta della commissioni Urbanistica e Lavori pubblici del Comune: la riunione è stata aperta anche al pubblico: presente una trentina di cittadini, nessuna intemperanza. Ca' Sugana aveva inserito un tracciato nel proprio Prg, ma Veneto Strade ha elaborato un nuovo percorso, sostenendo che il primo non rispondeva alle prescrizioni sui raggi delle curvature necessari per quel tipo di strada. Secondo Italia Nostra, tuttavia, sono stati calcolati standard per una infrastruttura con velocità massima a 120 chilometri all'ora, mentre nella tangenziale non si supererebbero i 90. Il Comune ha contestato che il progetto di Veneto Strada è basato su cartografia non aggiornata, tanto da prevedere un sottopasso, all'incocrio con via Casette, senza considerare che sull'area sorgono degli edifici. Dopo la prima riunione istruttoria della confenza dei servizi dell'8 luglio 2010, però, l'iter si è bloccato. All'epoca era stato stimato uno stanziamento di 53.6 milioni di euro, ma nel frattempo i costi potrebbero essere cambiati. Negli anni, inoltre, sono entrate in vigore nuove normative in materia ambientale, di cui bisognerà tener conto. "Siamo ancora in una fase embrionale - ha ribadito l'assessore al Territorio, Paolo Camolei -, per questo mi ha molto amareggiato la lotta tra quartieri. Dobbiamo prima di tutto decidere se l'opera serve o non serve, poi valuteremo come farla".