Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Carbonera, in garage sei piante, in cucina 60 semi, fertilizzanti e barattoli di droga

COLTIVA MARIJUANA IN GARAGE, MA SOLO "A SCOPO TERAPEUTICO"

Arrestata dalla polizia ma subito rilasciata impiegata di 52 anni


CARBONERA - Un'impiegata 52enne di Carbonera è stata arrestata dalle volanti della polizia per produzione di sostanze stupefacenti. La donna, senza precedenti, aveva allestito nel garage del condominio di cui vive con la figlia una mini-serra di marijuana. Sei le piante sequestrate, di un'altezza che oscilla tra i 46 ed i 90 centimetri, oltre a 60 semi e 50 grammi di prodotto pronto per essere consumato. La donna però è stata rimessa subito in libertà dopo l'arresto: è stata infatti accolta dal pm la sua spiegazione riguardo all'aver creato la coltivazione a soli fini terapeutici. Le 52enne sarebbe infatti convinta delle finalità benefiche della sostanza e da oltre un anno avrebbe creato la serra, dotata anche di lampade e ventilatori.

Galleria fotograficaGalleria fotografica