Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Arrestati dai carabinieri a Fossalta di Piave: con l'auto erano finiti contro una casa

UN'ORA DI INSEGUIMENTO E POI LO SCHIANTO: 2 ALBANESI IN MANETTE

Recuperata la refurtiva prima che la vettura si incendiasse


FOSSALTA DI PIAVE – (gp) Per quasi un'ora hanno tentato di sfuggire ai carabinieri che li stavano inseguendo, finendo per schiantarsi contro il muro di cinta di un'abitazione a Fossalta di Piave. Armend Haziraj e Vasil Bruka, due cittadini albanesi di 20 e 26 anni che avevano appena razziato un'abitazione a San Michele di Piave e tentato altri due colpi a Ponte di Piave, sono stati arrestati per furto, tentato furto e resistenza a pubblico ufficiale. I carabinieri sono alla ricerca del terzo componente della banda il quale, dopo lo schianto, è riuscito a scappare facendo perdere le proprie tracce. Processati per direttissima, i due albanesi hanno ottenuto un rinvio dell'udienza al prossimo 15 novembre perchè il loro legale ha chiesto un termine a difesa. Il giudice, per entrambi, ha disposto la custodia cautelare in carcere. L'inseguimento è iniziato a Oderzo, è proseguito per Monastier e si è concluso, appunto, a Fossalta di Piave. Diversi gli automobilisti che si sono visti sfrecciare l'auto dei fuggitivi a pochi centimetri dalla propria: i malviventi stavano infatti cercando di seminare i militari zigzagando tra le auto che provenivano dal senso opposto di marcia. Dopo lo schianto, i carabinieri hanno recuperato parte della refurtiva (oro, bigiotteria e denaro contante) restituendola ai legittimi proprietari e hanno stretto le manette ai polsi dei due albanesi, usciti praticamente incolumi dall'abitacolo dell'Alfa 156 andata completamente distrutta da un incendio che si è sviluppato dopo lo schianto.