Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, dopo il raid di furti in via Boiago i malviventi sono stati notati dal parroco

LADRI DI BICI E CIBO INCASTRATI DAL DON MATTEO DI SAN GIUSEPPE

Arrestati dai carabinieri due fratelli dominicani di 25 e 26 anni


don Matteo Gatto TREVISO - Nella notte tra sabato e domenica hanno fatto razzia nei garage di alcuni condomini di via Boiago rubando un pò di tutto: biciclette, sci, scarponi, borsoni di abiti ma anche bibite e cibo surgelato dai frigoriferi. I ladri, due dominicani di 25 e 26 anni, pensando ormai di averla fatta franca, hanno fermato la loro auto nel piazzale della vicina chiesa di San Giuseppe. I malviventi volevano sistemare meglio la refurtiva a bordo della loro vecchia Volkswagen Polo ma proprio questa sosta, alle 8 del mattino, è stata loro fatale. Il parroco di San Giuseppe, don Matteo Gatto, ha notato i due stranieri e prima che loro si allontanassero ha annotato il numero di targa ed avvertito il 112. Il sacerdote si era infatti insospettito dalla cospicua presenza di biciclette ed altro materiale all'interno della vettura. La sua intuizione si rivelerà decisiva. Alcune ore dopo i carabinieri hanno fermato i caraibici mentre stavano per raggiungere la loro abitazione a San Biagio di Callalta, in via Marconi. In auto il bottino del raid in via Boiago mentre in casa è stata trovata anche altra refurtiva. Per entrambi sono scattate le manette: attualmente si trovano rinchiusi nel carcere di Santa Bona.

Galleria fotograficaGalleria fotografica