Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'intervista al delegato provinciale, dottor Daniele Gasparini

A CA' DELLA NAVE IL 2° TROFEO CROCE ROSSA

La Louisiana è stata vinta dalla coppia Mion - De Iasio


MARTELLAGO - Una bella giornata di sole, pareva estate, pur essendo ormai novembre. Gratificante per i volontari della Croce Rossa della provincia di Padova che hanno presenziato alla giornata che il Golf Ca' della Nave ha dedicato alla C. R. con una Louisiana a coppie. Ho avuto l’opportunità di intervistare un delegato provinciale, lo psicologo dr Daniele Gasparini.

A cosa mirate nel promuovere questa manifestazione?

-Certamente a raccogliere fondi, ma non è questo l’obiettivo principale. Vogliamo soprattutto far conoscere alla popolazione l’attività che C. R. svolge per far conoscere alla gente cosa viene fatto per chi ha bisogno, e programmare l’apprendimento dei primi interventi di emergenza in ambito sanitario.

Come usate il ricavato della raccolta di fondi?

-Croce Rossa non vuol dire solo ambulanza e pronto intervento. In particolare io mi occupo dell’ambiente sociale nelle attività di supporto agli emarginati, agli indigenti, ai senza fissa dimora, alla violenza sulle donne, e può ben capire che i mezzi sono spesso inadeguati.

Diceva anche dell’opportunità di far conoscere l’uso dei mezzi usati negli interventi di emergenza.

-Si, certo. Questo è molto importante, far conoscere ad esempio le tecniche di rianimazione.

E perché in un campo da golf?

-Perché lo riteniamo un contesto sensibile alle tematiche sociali, con particolare riferimento all’ambito sportivo. Il Golf è uno sport praticato anche da persone avanti con gli anni, che maggiormente potrebbero trarre vantaggio da una più ampia conoscenza di queste opportunità. Qui, a Ca' della Nave, lo facciamo ogni anno, e devo dire con molta soddisfazione. Anche quest’anno, come vede, la partecipazione dei soci è massiccia, nonostante lo spostamento delle date determinato dal cattivo tempo. Il Circolo di Golf, nell’immaginario collettivo, è talvolta pensato come ambiente esclusivo, non aperto all’assistenziale. Io ho le prove che così non è, e lo voglio dire. In particolare Ca' della Nave ha sempre dimostrato la sua più ampia disponibilità verso il sociale; buona parte dell’introito dai green fee viene generosamente riservato alla Croce Rossa.

Variegato l’organigramma delle molteplici branche d’interesse di C. R., e al fine di farne conoscere la struttura, c’era anche la presenza militare, i cui mezzi disposizione sono tanti: Il Caporal maggiore dell’esercito, Italo Caccace, richiamato dalle F.A. per supporto alla C. R. nei teatri militarmente operativi, mi ha raccontato dei suoi interventi in Albania e in Iraq per il supporto sanitario di cui ricorda immagini raccapriccianti, e di quello logistico col terremoto in Abruzzo, l’alluvione in Veneto, per portare viveri e suppellettili. Una bella organizzazione: Sono tutti volontari che operano con gioia, lo si avverte, e con il desiderio di aiutare chi soffre.

La gara, sentita, ha visto la coppia Mion – De Iasio partita un po’ in crisi con un bogey alla 1, recuperare presto con il birdie alla 4 e alla 6; gli altri due birdie sulle seconde li ha portati alla meritata vittoria sul netto con 47 punti stableford. Nel lordo la palma è andata alla coppia Xodo – Righetto che pur avendo visto qualche ombra alla 3 e alla 10, han macinato birdie alla 6, alla 12, e altri due consecutivi alla 14 e alla 15, realizzando un punteggio lordo di 38. Bene anche per Boatto e Stentella giunti secondi sul netto con p. 42, e per la 1^ coppia mista Favaro – Di Gianni con 41 punti stableford. La bellezza del campo e l’atmosfera elettrizzante della gara han destato l’interesse anche dei volontari della C.R., molti dei quali non erano mai entrati in un Campo da Golf, e che hanno manifestato il desiderio di avvicinarsi a questo sport.

Paolo Pilla


Galleria fotograficaGalleria fotografica