Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND ╚ IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE ╚ IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerÓ l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si investe sulla tecnologia per migliorare semina e trattamenti

MAIS E SOIA, CROLLA LA PRODUZIONE NEI CAMPI DELLA MARCA

Il bilancio del consorzio agrario: "2013 annus horribilis"


TREVISO - Il Consorzio Agrario di Treviso e Belluno “fa San Martino”: quella che per tradizione è la ricorrenza dedicata al rinnovo dei contratti agricoli, quest’oggi è stata l’occasione per fare un bilancio sull’annata agraria che va concludendosi. Un’annata a dir poco anomala dal punto di vista climatico, che ha avuto conseguenze negative, in termini di qualità e di quantità, sulle rese delle colture più diffuse. Numeri impietosi soprattutto per mais e soia. Il primo ha subito una riduzione del seminato di circa il 20%, anche a causa della proliferazione, favorita dalle abbondanti precipitazioni, di un fungo, e si stima una perdita media del 30% della produzione ad ettaro (anche se la raccolta continua a procedere a singhiozzo). Ciò si aggiunge un calo del 30% del prezzo di vendita, per via di fattori determinati dai mercati internazionali.

La soia, invece, nonostante un aumento del seminato di circa 4mila ettari, ha visto una diminuzione della produzione media per ettaro intorno al 20%. Non è andata meglio per le aziende vinicole, per le quali, a causa delle precipitazioni persistenti lungo tutta la primavera, si è registrato un calo del 20% degli impianti di vigneti, dato che si ripercuoterà sulla produzione dei prossimi tre anni.

“Il 2013 è stato l’annus horribilis dell’agricoltura, afferma il presidente del Consorzio Agrario di Treviso e Belluno, Fulvio Brunetta -. È il segnale che vi sono dei cambiamenti climatici in atto, ma l’agricoltura non si ferma, continua a investire e deve farlo con coscienza delle tecniche e degli strumenti che la tecnologia mette a disposizione”.

A supporto dell’agricoltura di precisione, il Consorzio ha installato una rete fissa di sei antenne che permette una copertura del segnale gps su tutto il territorio della provincia di Treviso. Un sistema, con un investimento complessivo di 50 mila euro, che permette di dare in tempo reale la posizione al mezzo agricolo e di mantenerla nel tempo con uno scarto di 2,5 cm, automatizzando e regolando con la massima precisione i processi di concimazione, semina, trattamento con fitofarmaci e irrigazione, e garantendo un risparmio dei fattori di produzione stimato intorno al 25%.