Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'Umana in un durissimo posticipo sul terreno della Montepaschi

LA REYER PROVA A RISCATTARSI STASERA IN CASA DEI CAMPIONI

Mazzon: "Ci serve più fiducia", diretta su Radio Veneto Uno


VENEZIA - Dopo tre sconfitte su quattro, l'Umana Reyer giocherà stasera alle 20.30 in posticipo a Siena nella tana della Montepaschi. Un impegno molto duro, in casa dei campioni d'Italia, ma i veneziani hanno bisogno assoluto di reagire. Così coach Andrea Mazzon: "I primi ad essere arrabbiati siamo noi. Stiamo facendo delle buone settimane di lavoro a livello fisico e tecnico ma ancora non riusciamo a capitalizzare questo lavoro in partita. Serve fiducia e su questo c'é stata un'iniezione fenomenale di positività da parte della società. Serve poi anche un pó di più fortuna giocando la nostra pallacanestro con un po' piú di faccia tosta. Sappiamo bene che lunedí affrontiamo una super squadra. Andare ancora a giocare una partita contro i 7 volte campioni d'Italia per provare a vincere è motivo d'orgoglio, di ulteriore concentrazione e consapevolezza che ogni errore verrà punito. Le voci su di me? Non ho mai ascoltato o letto troppo i commenti né quando le cose vanno bene né quando vanno male. Quello che mi interessa sono solo i giocatori in campo e la fortuna di avere un tipo di società come questa".

 

Cronaca diretta su Radio Veneto Uno