Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Altivole, la merce, pronta per essere venduta, è stata sequestrata dai militari

GIACCHE E SCARPE "TAROCCATI" MAROCCHINO 32ENNE NEI GUAI

Controllo dei carabinieri: sequestrati 18 giubbotti con false griffe


ALTIVOLE - Diciotto giubbotti ed un paio di scarpe, tutte riproduzioni di noti marchi della moda: questo il materiale che i carabinieri di Riese Pio X hanno sequestrato nella mattinata di martedì ad un marocchino di 32 anni, residente a Piombino Dese. L'uomo, con precedenti alle spalle, è stato denunciato per ricettazione e introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi. Il controllo è avvenuto ad Altivole dove il 32enne si apprestava probabilmente a vendere l'abbigliamento "taroccato".