Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un 43enne di Godega Sant'Urbano accusato di truffa ai danni dell'assicurazione

FULMINI SUGLI ELETTRODOMESTICI: UN RAGGIRO DA 40 MILA EURO

Simulava incidenti domestici per incassare il premio assicurativo


GODEGA SANT'URBANO - (gp) Nuova udienza del procedimento penale a carico del 43enne di Godega Sant'Urbano finito di fronte al giudice per rispondere dei reati di truffa ai danni dell'assicurazione, danneggiamento fraudolento e simulazione di reato. In aula è stato sentito il primo testimone del pm Valeria Sanzari, che in sostanza ha sostenuto le accuse (anche se alcune ipotesi non sarebbero state confermate) mosse nei confronti dell'imputato il quale, difeso dall'avvocato Davide Favotto, continua a respingere con forza ogni addebito. Stando alla ricostruzione della Procura di Treviso, l'uomo avrebbe stipulato polizze assicurative sulla casa per danni da fenomeni elettrici e avrebbe simulato incidenti domestici dovuti a temporali, fulmini e corto circuiti per incassare il premio. Un “trucchetto” (così lo hanno definito gli inquirenti) che gli avrebbe fruttato circa 40 mila euro, il corrispettivo per i 19 eventi accertati dalla Polizia di Stato della Procura dal 2004. Il 43enne, risultando per l'accusa proprietario di 4 abitazioni nella destra Piave e di una a Bibione, avrebbe stipulato polizze assicurative con i più grandi gruppi italiani (Axa, Cattolica, Allianz, Aviva, Uniqa e Unipol) e poi, ogni volta che si verificava un temporale, avrebbe affermato che un fulmine aveva distrutto gli elettrodomestici di una delle sue case, presentando poi la richiesta di incassare il premio. Ai periti delle assicurazioni che uscivano per constatare i danni (al frigorifero piuttosto che al condizionatore, al televisore o all'impianto elettrico) avrebbe mostrato sempre gli stessi elettrodomestici bruciati. Per coprire la presunta truffa, avrebbe poi falsificato i documenti di vendita e di riparazione degli stessi, oltre che le fatture, in modo da garantire che ogni volta venivano colpiti elettrodomestici nuovi o riparati. Si torna in aula a fine febbraio.