Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Conegliano, impiegata 36enne malmenata anche davanti ai due figli piccoli

MALTRATTAMENTI PER DIECI ANNI MARITO VIOLENTO ALLONTANATO

Artigiano 41enne picchiava la moglie fin da quando erano fidanzati


CONEGLIANO - Picchiava violentemente la moglie da almeno dieci anni, già da quando erano solo fidanzati. Una violenza continua quella a cui è stata sottoposta un'impiegata coneglianese di 36 anni dal marito, un artigiano 41enne: i maltrattamenti, spesso gratuiti, avvenivano anche di fronte ai due figli piccoli della coppia. La donna, più volte refertata al pronto soccorso, ha trovato il coraggio di denunciare tutto alla polizia ed in breve tempo il gip del tribunale di Treviso ha accolto le richieste degli investigatori. L'uomo è stato allontanato dalla casa famigliare, con il divieto di avvicinare la moglie ed i bimbi, pena l'arresto. Fondamentali sono state le testimonianze di alcune persone vicine all'impiegata che per anni, e per amore dei figlioletti, aveva sopportato i maltrattamenti: la donna, riferiscono gli investigatori della seconda sezione della squadra mobile di Treviso, si sarebbe recata a lavoro con il volto tumefatto o con un occhio nero. "Bisogna esternare queste problematiche -ha detto a chiare lettere il capo della squadra mobile di Treviso, Enrico Biasutti- le istituzioni non sono sorde".