Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Conegliano, tutti denunciati per lesioni gravi, per la vittima 45 giorni di prognosi

SPEDIZIONE PUNITIVA: IN QUATTRO PESTANO A SANGUE UN 30ENNE

Il giovane aveva abbandonato per strada fidanzata ed amica


CONEGLIANO - E' stato pestato selvaggiamente da un gruppo di quattro uomini: una spedizione punitiva in piena regola. A subire l'aggressione, brutale, è stato un ragazzo coneglianese di 30 anni. Il giovane se l'è cavata con una costola rotta e varie ferite; la prognosi fissata dai medici è stata di 45 giorni. Quali i motivi delle percosse ricevute? Ad occuparsi del caso sono stati in questi giorni gli investigatori del Commissariato di Conegliano che hanno identificato e denunciato per lesioni gravi gli autori del pestaggio. Sono tutti coneglianesi, senza precedenti penali, e rispettivamente di 33, 32, 31 e 30 anni. Il gruppetto, hanno accertato gli investigatori, voleva far pagare a caro prezzo al giovane un gesto piuttosto pesante di cui si era reso protagonista nei confronti della fidanzata e di un'amica che fanno entrambe parte della compagnia di amici dei quattro "picchiatori". Alcune settimane fa il 30enne era uscito con le due ragazze: mentre i tre si trovano all'interno della vettura, guidata dalla fidanzata, gli animi, già tesi, si scaldano e ne nasce una vibrante discussione. Il ragazzo, in preda all'ira, riesce a farsi consegnare i telefoni cellulari delle due giovani, prende le chiavi dell'auto e scappa a piedi, lasciandole entrambe per strada. L'indomani le ragazze riusciranno a farsi riconsegnare le chiavi della vettura ed i cellulari ma ormai la voce di quanto era accaduto la sera precedente si era diffusa anche agli amici e ai conoscenti delle due giovani. La violenta reazione allo "sgarbo" costerà loro una denuncia ma ad essere denunciato, alla luce di quanto accertato dalla polizia, sarà anche la stessa vittima, il 30enne, che dovrà rispondere del reato di violenza privata nei confronti delle ragazze.