Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vittorio Veneto, nessun animale coinvolto, ma potrebbe essere bruciata plastica

ROGO DEVASTA ALLEVAMENTO DI POLLI: PERICOLO DIOSSINA

In fiamme capannone della "Casagrande" di San Giacomo di Veglia


VITTORIO VENETO - Un incendio ha distrutto, nella mattinata di oggi, un capannonne di ampiezza 1400 mq dell'azienda avicola Casagrande, in via Menarè, a San Giacomo. La ditta è specializzata nell'allevamento di pollame, ma, al momento, all'interno del fabbricato non si trovavano animali, trasferiti altrove nei giorni scorsi. Le fiamme, sprigionatesi probabilmente a causa di un corto circuito, hanno però provocato danni ingenti alla struttura, un vetusto capannone risalente agli anni '60 del secolo scorso: in fumo sono andati macchinari, masserizie e attrezzi contenuti all'interno. Il rogo è già stato domanto pressochè completamente dai vigili del fuoco, scongiurando il pericolo che si propagasse ad altri capannoni della vicina zona industriale, come spiega il sindaco di Vittorio Veneto, Gianantonio Da Re, recatosi a sua volta sul posto. A generare qualche preoccupazione, tuttavia, è proprio la combustione del materiale: il centralino del Suem ha ricevuto numerose chiamate di cittadini del luogo allarmati dall'odore acre e dal fumo ed i tecnici dell'Arpav stanno effettuando delle analisi per escludere in rischio di inquinamento da diossina.