Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Farra, alcuni pericolosi ordigni sono stati resi inoffensivi dagli artificieri dei carabinieri

UN ARSENALE DI ARMI IN CASA: PENSIONATO 68ENNE ARRESTATO

Una pistola mai denunciata, munizioni e vari reperti bellici


FARRA DI SOLIGO - In casa conservava armi, proiettili e bombe, in gran parte residuati bellici, ma ancora funzionanti e pericolosi. Un piccolo arsenale che è costato ad un 68enne di Farra di Soligo l'arresto per detenzione illecita di armi, espolisivi e munizionamento da guerra. Ad allertare i carabinieri di Valdobbiadene erano state nei giorni scorsi alcune voci confidenziali sulla "collezione" accumulata in quasi cinquant'anni dall'uomo: il pensionato, come altri recuperanti, si era persino dotato di un metal detector per cercare reperti lungo le grave dei Piave. Ieri i militari dell'Arma, dopo alcuni riscontri, hanno perquisito l'abitazione del 68enne, G. T., sposato, ed hanno trovato una pistola beretta calibro 7,65 del 1934 mai denunciata, un centinaio di munizioni calibro 9 risalenti alla seconda guerra mondiale, nonché 4 spolette e 6 detonatori di bombe d’artiglieria pesante ancora potenzialmente pericolosi, tanto da costringere gli investigatori a richiedere l’intervento degli artificieri del nucleo carabinieri di Padova per renderli inerti. L'uomo, come detto, è stato dichiarato in arresto, a disposizione del magistrato. "Si invitano tutte le persone che a vario titolo rinvengono o detengono anche occasionalmente materiale bellico potenzialmente pericoloso in quanto esposto per diverso tempo alle condizioni atmosferiche - sottolinea il capitano Giancarlo Carraro, comandante della compagnia Carabinieri di Vittorio Veneto -, a non toccarlo, non recuperarlo e/o trasportarlo altrove, ma a denunciarne subito la presenza alle froze dell'ordine".