Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Convegno di Unindustria sulle reti e le collaborazioni tra aziende

"AGGREGAZIONI TRA IMPRESE, BUON METODO ANTI-CRISI"

Vardanega: "Primi passi, ma ci aspettavamo qualche risultato in più"


TREVISO - Le piccole imprese "a lezione" dalle grandi aziende sul tema delle aggregazioni. Quello delle unioni e delle reti di imprese è uno degli strumenti per recuperare competitività, aumentare le capacità di aggredire i mercati esteri - oggi spesso penalizzata dalle dimensioni troppo ridotte - insomma, di sfidare la crisi imperante. Ne è convinto Alessandro Vardanega, presidente di Unindustria Treviso. Il leader degli industriali trevigiani sottolinea come il mettersi insieme possa anche rappresentare una risposta alle crescente tentazione di molti imprenditori di trasferire all'estero la propria attività, ferma restando la necessità che il sistema paese risolva le proprie inefficenze. Unindustria da tempo batte sul tasto delle aggregazioni: "Passi avanti sono stati fatti - ammette il presidente -, anche se ci sarammo aspettati qualche risultato in più. Rimane ancora forte l'indivudualismo tra gli imprenditori: occorre un salto culturale". All'argomento, l'associazione ha dedicato il convegno “Condividere strategie e obiettivi. Collaborazioni, alleanze e reti d’imprese”, promosso in particolare da Unint, il consorzio per le integrazioni tra imprese costituito da Unindustria Treviso, Confindustria Padova e Confindustria Belluno – Dolomiti. Tra gli esempi virtuosi citati, anche quello di Filterkit Innovation Network, una realtà che unisce 19 aziende (con un migliaio di dipendenti e 130 milioni di fatturato) della Bassa Padovana, ma anche del Vicentino e della Marca, del settore metalmeccanico, specializzate nella lavorazione dei metalli. "Mettendo assieme le competenze delle varie aziende, Filterkit può fornire dalla progettazione, alla realizzazione di prototipi, fino alla costruzione di macchinari e sistemi complessi - spiega il presidente Claudio Manca -. In sostanza un prodotto completo, che le singole imprese da sole non avrebbero mai potuto offrire. Questo ci sta aprendo nuovi mercati". L'imprenditore non nasconde le difficoltà: "E' stato difficilissimo. Tanto è vero che siamo partiti in 24, siamo rimasti in 19 aziende: ma quelle che sono rimaste hanno compiuto un salto culturale".

Nel link, l'intervista al presidente di Unindustria Treviso, Alessandro Vardanega.

Galleria fotograficaGalleria fotografica