Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Paese, ieri sera nel corso di "Chi l'ha visto?" l'appello di Giorgio Cendron

IL FRATELLO DI MARIANNA: "VORREI INCONTRARTI E RIABBRACCIARTI"

Il giallo della 18enne scomparsa dallo scorso 27 febbraio


PAESE - Ieri sera, nel corso della trasmissione di raitre "Chi l'ha visto?" è andato in onda un servizio dedicato alla scomparsa di Marianna Cendron, la 18enne di Paese di cui non si hanno più notizie dallo scorso 27 febbraio. A rivolgere un appello è stato il fratello della ragazza, Giorgio che ha letto una missiva dedicata alla ragazza.

Il testo della lettera. “Cara Marianna, è da tanto che non ci parliamo e che non ci vediamo eppure siamo vissuti insieme e abbiamo condivisio momenti più o meno difficili, la sofferenza, la gioia e poi il gioco, l'allegria spensierata e le risate. Anche se non sono mai sembrato molto espansivo quando tu ti prendevi cura di me, tu sei sempre stata un punto di riferimento e la persona cui confidare tutti i miei segreti, anche i più intimi con la certezza che rimanesse un segreto tra me e te. Il 27 di questo mese è il tuo diciannovesimo compleanno: vorrei poterti incontrare, abbracciare, farti gli auguri. Dopo i primi giorni dalla tua scomparsa sono cresciute le mie preoccupazioni che il tuo non fosse un allontanamento volontario, che la tua sparizione fosse causata da un bisogno di sottrarti ad una brutta situazione, che qualcosa di grave potesse esserti accaduta. Se così non è, puoi farmelo sapere? Ai telespettatori di “Chi l'ha visto?”, ai carabinieri, al Prefetto e alle istituzioni chiedo una sola cosa: aiutatemi a trovare mia sorella”.