Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

21-20 per gli irlandesi al termine di una autentica battaglia a Monigo

CHE BEFFA, LEINSTER E L'ARBITRO BATTONO A FATICA IL BENETTON

Contestatissimo Paterson dai tifosi, che osannano lo stesso i Leoni


TREVISO - Una beffa. Il Leinster e l'arbitro scozzese (ma irlandese di nascita) Paterson hanno fatto restare i Leoni a bocca asciutta. Appena un punto di differenza al termine di una autentica battaglia a Monigo, onorata da due squadre che si sono affrontate a visio aperto. Il Benetton nel finale ha messo il naso avanti, ma immediatamente una punizione ha ricacciato in gola l'urlo di gioia dei tifosi biancoverdi.

La prima occasione per Leinster arriva dopo soli 2' di gioco con un calcio dalla distanza per il piede di Gopperth. La potenza c'è, ma l'ovale si infrange contro il palo sinistro.

Le fasi iniziali sono soprattutto di studio, tuttavia al 13' Leinster trova il vantaggio. Varie ruck e alla fine la potenza di Tuqiri si fa sentire e l'australiano realizza all'angolo.

E' un momento critico nella partita dei biancoverdi, che subiscono un uno-due da ko.

Passano solo pochi giri di lancette, infatti, e Ruddock fa il break nella difesa, rompendo poi un paio di placcaggi.

Ruck veloce e palla che arriva a Reid, che finge l'incrocio e trova il varco per volare al centro dei pali per la seconda marcatura irlandese e per lo 0-12.

Dopo il primo quarto di gara succede quello che Treviso mai avrebbe voluto. Infortunio - colpo alla spalla - per Fabio Semenzato, unico mediano di mischia di ruolo per il Benetton (con Edoardo Gori e Tobias Botes impegnati con la Nazionale). Entra James Ambrosini alla prima presenza non come apertura. Allo stesso minuto, Corniel Van Zyl e compagni accorciano anche le distanze con un piazzato di Mat Berquist. Gli uomini di Smith iniziano a riprendersi e al 29' arriva l'azione più bella di giornata. Brendan Williams inizialmente non controlla palla a causa di un rimbalzo anomalo dell'ovale, ma poi recupera e inventa un numero dei suoi, inserendosi tra le maglie blu di Leinster. Lo sostiene bene Ludovico Nitoglia che inizia una serie di slalom e resiste a tre placcaggi per arrivare in meta. Mat Berquist trasforma e il Benetton si porta a -2. Da elogiare tutta la difesa trevigiana attorno al 35' quando i Leoni salvano almeno una decina di occasioni ravvicinate di meta per gli ospiti e riescono anche ad ottenere un calcio di punizione. La prima frazione di gioco termina così 10-12. La ripresa si apre ancora con Leinster arrembante che realizza i primi tre punti con un calcio piazzato di Gopperth, che però tre minuti più tardi sbaglia il calcio per portare oltre break i suoi. L'apertura ex Newcastle si fa perdonare al 12' realizzando i tre punti, prima della reazione affidata all'omologo Mat Berquist per il 13-18. Leoni semplicemente fantastici dopo il terzo quarto di gara, quando trovano un contrattacco perfetto, alcune fasi di avanzamento, con James Ambrosini che lancia in corsa Manoa Vosawai.  Palla nuovamente al largo dopo la ruck e meta all'angolino per il giovane Angelo Esposito. Mat Berquist aggiunge i due punti e il Benetton per la prima volta è in vantaggio. Assolutamente discutibile ancora una volta la decisione nel finale dell'arbitro Paterson che punisce il Benetton e porta Gopperth alla piazzola. Il neozelandese non sbaglia e il Leinster porta a casa la partita per un solo punto.

 

BENETTON TREVISO: Williams; Nitoglia, Pratichetti, Loamanu (st 10' Sgarbi), Esposito; Berquist (st 35' Di Bernardo), Semenzato (pt 21' Ambrosini); Filippucci, Budd, Vosawai; Van Zyl, Fuser (st 10' Pavanello, st 23' Giusti); Fernandez-Rouyet (st 35' Di Santo), Sbaraglini (st 10' Ceccato), De Marchi (st 35' Muccignat). All. Smith.

LEINSTER: Hudson (st 7' Kirchner); Fanning, Macken, Reid, Tuqiri; Gopperth, Cooney (st 7' Reddan); Auva'a (st 15' Murphy), Ruddock, Ryan; Roux, Denton; Moore, Dundon, Bent. A disp.: Tracy, O'Connell, Furlong, Marshall, O'Shea. All. O'Connor.

ARBITRO: Paterson della Federazione Scozzese.

MARCATORI: pt 13' Tuqiri meta; 15' Reid meta tr. Gopperth; 22' Berquist p.; 29' Nitoglia meta tr. Berquist; st 7' e 12' Gopperth p.; 16' Berquist p.; 22' Esposito meta tr. Berquist; 34' Gopperth p.

NOTE: pt: 10-12; spettatori: 3938; RaboDirect Man of the Match: Manoa Vosawai (Benetton Treviso); calciatori: Benetton Treviso 4/4 (Berquist 4/4), Leinster 4/7 (Gopperth 4/7); punti in classifica: Benetton Treviso 1, Leinster 4.