Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Monastier, rubati 3mila euro e tre pistole, fermato dai carabinieri uno dei banditi

LEGATO E RAPINATO IN CASA IL RE DELLE DISCOTECHE DELLA MARCA

Renzo Venerandi aggredito da quattro banditi domenica sera


MONASTIER - Notte di terrore per Renzo Venerandi, storico proprietario di locali notturni della Marca tra cui Odissea e Casa di Caccia. Il “re della movida trevigiana” è stato aggredito poco dopo la mezzanotte mentre stava rientrando in casa, nella sua abitazione di via Pisani a Monastier, poco distante dal club “Casa di Caccia”. Venerandi è stato accerchiato sulla porta di casa da quattro persone, tutte travisate con dei passamontagna, di cui due armate di pistola. I malviventi hanno picchiato e legato mani e piedi l'anziano: puntavano con ogni probabilità alla cassaforte ma si sono dovuti accontentare di circa 3000 euro in contanti e tre pistole, detenute regolarmente dal gestore delle discoteche. A liberare Renzo Venerandi, rimasto in balia dei malviventi per oltre un'ora, è stato il bodyguard che solitamente lo scorta nel tragitto tra i locali da lui gestiti e l'abitazione. Uno dei malviventi è già stato arrestato dai carabinieri di Sandonà: si tratta di un pregiudicato albanese che si trovava agli arresti domiciliari. I militari hanno rinvenuto all'interno della sua abitazione buona parte della refurtiva. Ora è caccia aperta ai tre complici, anche loro probabilmente originari dell'Europa dell'est. Solo una delle tre pistole è stata ritrovata, abbandonata dalla banda durante la fuga.