Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A processo un 46enne di riese Pio X accusato di molestie, minacce e ingiurie

AVVOCATO CONTRO L'EX CLIENTE: "LA MIA CARRIERA ERA A RISCHIO"

L'avvocato Simone Marian, costituitosi parte civile, ora chiede i danni


RIESE PIO X – (gp) Dopo aver trascinato in tribunale un suo cliente per molestie, minacce e ingiurie, è stato lui stesso a confermare le accuse in aula raccontando la propria versione al giudice. Si tratta dell'avvocato Simone Marian, che per sua stessa ammissione si è visto costretto a intraprendere le vie legali per i comportamenti di un suo cliente, un 46enne di Riese Pio X, che avrebbero potuto compromettergli la carriera. Costituitosi parte civile con il collega Daniele Panico, il legale ha ha intenzione di chiedere un risarcimento danni, non ancora formalmente quantificato. In aula si tornerà ad aprile, quando si terrà l'esame dell'imputato. Stando a quanto contestato dalla Procura di Treviso, i fatti sarebbero iniziati mentre l'avvocato Marian assisteva il 46enne in una causa civile presso il tribunale di Castelfranco Veneto. Per motivi rimasti ignoti sia agli inquirenti che alla parte offesa, l'imputato avrebbe iniziato a tormentare il suo legale. Tra il 10 e il 21 giugno 2010 il 46enne, via sms, avrebbe iniziato a offendere il legale e, chiamandolo poi al cellulare, lo avrebbe accusato di truffa, di aver falsificato dei documenti e anche la firma di un giudice. In più, stando al capo d'imputazione, lo avrebbe minacciato dicendogli di “stare attento a cosa faceva e a cosa scriveva”. Il 46enne si sarebbe reso inoltre protagonista di una tempesta di telefonate mute ed sms vuoti, tanto da spingere il legale, che nel frattempo aveva rinunciato al mandato per la causa civile in corso all'epoca, a denunciarlo alle autorità per porre fine a quella situazione.