Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/204: TERZO "RITORNO" PER TIGER WOODS

Al Genesis Open non passa il taglio, vince Bubba Watson


TREVISO - È il terzo riscontro alla ripresa di Tiger Woods, forse il decisivo, dopo la lunga assenza seguita ai due interventi chirurgici. Il Genesis Open, torneo del PGA Tour, si disputa sul percorso del Riviera CC, a Pacific Palisades in California. Lo ha combattuto undici volte senza mai...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, il cambio della guardia ratificato dall'Assemblea Elettiva

IL PANATHLON HA UN NUOVO PRESIDENTE: ANDREA VIDOTTI

Nel biennio 2014-2016 sarà al vertice del club che conta oltre 60 soci


TREVISO - L’Assemblea Elettiva del Panathlon Club Treviso, che si è tenuta lunedì 25 novembre a Cà del Galletto, ha eletto Andrea Vidotti nuovo Presidente e successore di Roberto Contento, che è rimasto in carica dal 2010 al 2013. Il nuovo Consiglio Direttivo risulta così composto: Francesca Dal Bò, Giorgio Terrazzani, Marco Varisco, Lucio Zampiero, Giovanna Dalla Longa, Antonio Tognana, Bruno De Marchi e il Past President Roberto Contento e il Presidente del Coni Provinciale Giovanni Ottoni. Il Collegio dei Probiviri: Moreno Voltarello, Paolo Amadio, Mimmo Zanette. Il Collegio dei Revisori: Paola Piovesan, Baldoino Bano, Giuseppe Mauro. Toccherà quindi a Vidotti guidare nel biennio 2014-2016 il club trevigiano che conta più di 60 soci e che ha come mission quella di trasmettere, valorizzare e difendere i valori dello sport. Andrea Vidotti, 48 anni, nato a Venezia ma residente a Treviso dal 2001, due figli Lorenzo e Beatrice, diplomato al Liceo Classico, Laurea in Economia e Commercio, Master in Diritto ed Economia dello Sport, è uno dei docenti del Master in Strategie per il Business dello Sport (organizzato da Università Cà Foscari e da Verde Sport) ed è Agente Fifa dal 1995. Fondatore e co-titolare con Piergiorgio Paladin di Ideeuropee, agenzia di Treviso con ufficio anche a Milano, di uffici stampa, pr, Digital pr, marketing della comunicazione, eventi. Tra i clienti di Ideeuropee si segnalano: Nordica, Dolomite, Pinarello, Assosport, Astoria Vini, Toniolo Casearia, Bmw Italia, Ats, Virosac, Finest, Osservatorio Politiche Sociali, Lexus Bianco. Ideeuropee organizza circa 40 eventi all’anno, tra cui Griglie Roventi, il Campionato del Mondo di Barbecue. Esperto in economia e marketing, Andrea Vidotti è uno dei comunicatori sportivi più conosciuti in Italia. E’ stato manager di Alberto Tomba, Giorgio Rocca, Gianmarco Pozzecco, Stefano Zanini, Jacopo Guarnieri, Riccardo Dei Rossi, Fabiana Luperini, e altri. Attualmente cura l’immagine di Christof Innerhofer e di Nadia Fanchini. Ha seguito come Capo Ufficio Stampa l’organizzazione del Ritiro pre-campionato del Sydney Fc e di Alessandro Del Piero a Jesolo. Ha organizzato eventi con David Beckham, Gabriel Batistuta, Federica Pellegrini, Valentino Rossi, Pierluigi Collina, etc.“Ringrazio i soci del Panathlon per avermi voluto come loro Presidente – ha dichiarato Andrea Vidotti – sono onorato ed emozionato di essere il successore di Roberto Contento alla guida di un club prestigioso quale il Panathlon. Lo sport è sempre stato una componente fondamentale della mia vita, sia a livello personale che professionale, e a mio modo di vedere evoca passione, adrenalina, emozione, condivisione, lealtà, correttezza, cultura. Il motto del Panathlon è molto significativo “ludis jungit”: uniti dallo sport. La linea programmatica che intendo portare avanti sarà nel segno della continuità, ritengo che Roberto abbia fatto un ottimo lavoro in questi 4 anni ed è mia intenzione raccoglierne il testimone e proseguire il suo lavoro. Mi piacerebbe che il Panathlon potesse attivarsi per fare promozione dei valori e dell’etica dello sport nelle scuole, cominciando dalla scuola primaria, e poi presso le società sportive. E’ lì secondo me che dobbiamo far capire ai più piccoli quanto importante sia l’attività sportiva per la formazione umana. Il nostro ruolo deve essere quello di diffondere amicizia, educazione e cultura del fair-play. E poi è fondamentale che il Panathlon esca dai propri confini e possa diventare un punto di riferimento di pubblica utilità per la collettività. Mi auguro di fare un buon lavoro e conto molto sul gioco di squadra, avrò il valido supporto di un Consiglio Direttivo molto ricco di personalità diverse che sicuramente mi aiuteranno nella attività. Dedico a mio padre, che è stato Panathleta, questa mia elezione”.