Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

ASCOLTA AUDIO Intanto il giovanissimo oggi non si è presentato a scuola

BIMBO IPERATTIVO: "SCUOLA, FAMIGLIA E ULSS INTERVENGANO"

Tuona l'assessore Anna Cabino sul caso della scuola Giovanni XXIII


TREVISO - “Bisogna che scuola, famiglia e Ulss che ha la competenza per affrontare un problema di questo tipo, intervengano in maniera unitaria. E’ necessario poi che la scuola, grazie al contributo dell’azienda socio sanitaria locale condivida con la famiglia un percorso finalizzato al benessere e all’equilibrio del bambino”. Queste le parole dell’assessore alle politiche scolastiche del Comune di Treviso Anna Caterina Cabino in merito all’episodio accaduto in una scuola primaria. Già nella serata di ieri l’assessore alle Politiche sociali Liana Manfio aveva scritto al Direttore dei servizi sociali Ubaldo Scardellato e al Direttore del distretto Enrico Di Giorgi per chiedere una pronta presa in carico della situazione. “Ci siamo solo potuti rivolgere all’Ulss poiché il Comune non dispone delle competenze e adeguate a gestire una situazione delicata e complessa sulla quale crediamo sia necessario mantenere il massimo riserbo – continua Cabino – questo per salvaguardare soprattutto la famiglia e il bambino”. Intanto proprio questa mattina l’assessore ha risposto all’esposto inviato nella giornata di ieri da parte della Dirigente del secondo comprensivo: “Ho riposto alla dirigente ribadendo la nostra piena disponibilità ad intervenire e supportare le iniziative che l’azienda sanitaria, di concerto con la famiglia, vorrà mettere in campo per aiutare il bambino e la famiglia ad affrontare un percorso volto a favorire la sua integrazione all’interno della classe e dell’istituto, salvaguardando allo stesso tempo il diritto di tutti i ragazzi a vivere la scuola come un luogo di serenità”. Oggi intanto, visto anche il grande clamore, non è stato portato a scuola dai genitori.