Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO L'incontro è organizzato dall'associazione A.L.A. Onlus di Treviso

"LA TUTELA GIURIDICA DEI SOGGETTI DEBOLI" INCONTRO SUL TEMA DELL'AUTISMO

Al Pio X il Procuratore aggiunto della Repubblica di Venezia Carlo Nordio


TREVISO - “La tutela giuridica dei soggetti deboli” è il tema del 6° “Incontro sull’Autismo” organizzato dall’A.L.A. Onlus di Treviso. I recenti fatti di cronaca, che hanno visto come vittime di maltrattamenti a Verona e Vicenza ragazzi autistici daranno lo spunto per l’intervento del Procuratore aggiunto della Repubblica di Venezia Dott. Carlo Nordio di oggi, venerdì 29 novembre, alle ore 18.00 al Pio X di Treviso.

 

Maltrattamenti, violenze ed atti di bullismo vedono in moltissimi casi soggetti affetti da Disordine dello Spettro Autistico in quanto un’alta percentuale di queste persone, non riesce a comunicare le vessazioni subìte e non è in grado di chiedere aiuto. In molti casi è proprio la presenza di lesioni fisiche l’unico mezzo di comunicazione che può mettere in allarme i genitori o gli insegnanti. Questo delicato tema è al centro dell’incontro organizzato dai genitori trevigiani dell’ALA per sensibilizzare ed informare si problemi correlati ai Disordini dello Spettro Autistico. Anche quando essi sono in grado di comunicare, per esempio nel caso di vittime di atti di bullismo, è possibile che restino molti mesi sottoposti alle vessazioni dei loro aguzzini prima che familiari od altri operatori possano percepire uno stato di disagio che li metta in allarme. Affinare i metodi di controllo e verifica nei contesti in cui il soggetto autistico vive fuori dalla famiglia rappresenta l’unico sistema per proteggere questi soggetti.

 

I clinici non preparano agli effetti dell’autismo che si ripercuotono nella famiglia, al massimo descrivono i loro pazienti o quello che hanno appreso dai libri, ecco che i familiari diventano i massimi esperti dell’autismo dei loro figli. Per questo l’A.L.A. ha voluto organizzare il primo ciclo d’incontri Informativi per migliorare la conoscenza sull’autismo ed i problemi ad esso correlati. L’incontro è patrocinato dall’Assessorato ai Servizi Sociali dalla Provincia di Treviso. Iingresso libero e gratuito info su www.alautismo.it

 

Di queste tematiche se ne è discusso in studio a Buongiorno Veneto Uno con ospite il presidente di A.L.A. Nicola Pasqualato