Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A Silea ci sono 16,5 milioni di euro e non 14: molti sono in monete a 1 e 2 euro

CASO NES: NEL CAVEAU PIÙ SOLDI DEL PREVISTO, MA SONO SPICCIOLI

Beni all'asta: la scelta di venderli tramite Sotheby's piace agli inquirenti


TREVISO – (gp) Nel caveau di Silea della North East Services ci sono più soldi del previsto, ma per la stragrande maggioranza si tratta di spiccioli, intesi come monete da uno e due euro. La novità emerge dalla relazione depositata dal commissario straordinario Sante Casonato sul tavolo del giudice fallimentare Antonello Fabbro. Terminata la conta da parte degli uomini della Guardia di Finanza di Treviso, si è scoperto che i 14 milioni che si pensava fossero custoditi in via Belvedere sono in realtà 16 milioni e mezzo. Cambia poco, a conti fatti, se si considera che il buco risulta di 104 milioni tra i 40 contestati come appropriazione indebita aggravata a carico di Luigi Compiano, i 29 di Iva non versata al fisco a cui se ne aggiungono 13 di sanzioni e i 22 con i fornitori. Uno spiraglio di luce arriva però dalla proposta avanzata dalla Procura che ha già incassato il via libera del diretto interessato: la vendita dei beni all'asta passando per una via extragiudiziale. Si tratta dell'idea di battere i 400 veicoli posti sotto sequestro, barche comprese, da Sotheby's, la famosa casa d'asta, che premetterebbe di incassare subito almeno i 40 milioni di ammanco. Il futuro dell'azienda rimane comunque nelle mani del commissario Casonato.