Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I 32 dipendenti denunciano di avanzare quasi 90mila euro di arretrati

MOBILITAZIONE ALLA TNT LAVORATORI SCENDONO IN STRADA

Addetti delle coop che gestiscono le consegne in sciopero da venerdì


TREVISO - Lavoratori in agitazione alla Tnt. I 32 addetti delle cooperative che hanno in appalto dalla multinazionale la consegna delle merci nella provincia di Treviso sono in sciopero da venerdì scorso (garantite solo le consegne urgenti come quelle dei medicinali). Alla base della protesta, i ritardi nei pagamenti degli stipendi: i lavoratori denunciano di avanzare un'intera mensilità più quote di altri mesi e varie altre spettanze. In totale il credito vantato dai lavoratori ammonta a circa 90mila euro. I dipendenti hanno dato vita stamattina ad un presidio davanti alla sede trevigiana dell'azienda. Un tavolo di trattativa è stato avviato anche a Roma e la stessa Tnt potrebbe decidere di intervenire direttamente, cambiando appaltatori o prendendo in carico gli addetti. "I lavoratori sono pronti a riprendere l'attività - spiega Siro Martini, segretario provinciale della Uil Trasporti, che sta seguendo la vertenza -, ma esigiamo impegni concreti e certi. In questi mesi hanno sempre lavorato, ora si avvicina il periodo di fine anno, con molte scadenze e pagamenti, a partire dalle tasse: devono essere retribuiti regolarmente e per intero, non a spizzichi come avvenuto finora".

Galleria fotograficaGalleria fotografica