Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cadute tutte le accuse nei confronti di un ragazzo di 30 anni di Ponzano Veneto

A PROCESSO PER SPACCIO VIENE ASSOLTO: ERA PER USO PERSONALE

Era stato arrestato dalla Polizia a marzo con 80 grammi di hashish


PONZANO VENETO – (gp) Aveva passato un giorno dietro le sbarre e tre agli arresti domiciliari. Ora, a distanza di sei mesi dai fatti, è stato assolto dal gup Gioacchino Termini perchè la droga per cui una pattuglia della squadra volanti di Treviso gli aveva stretto le manette ai polsi era per uso personale. Almeno questo quanto stabilito dal giudice che ha accolto la tesi difensiva dell'avvocato Daniele Panico facendo cadere le accuse nei confronti di un 30enne di Ponzano Veneto. Il giovane, il 6 marzo scorso, era stato fermato in un parcheggio a Merlengo in compagnia di un artigiano 35enne, anche lui residente nella zona. I due, a bordo delle rispettive auto, avevano subito spento i fanali dei loro mezzi quand'era sopraggiunta la volante della polizia. Atteggiamento che aveva insospettito gli agenti che avevano proceduto ad identificare e perquisire i due giovani. Il 30enne aveva in tasca circa 7 grammi di hashish, l'amico una piccola dose di marijuana: all'interno dell'abitazione del primo i poliziotti avevano poi rinvenuto un panetto di hashish di poco superiore ai 70 grammi. Per questo era stato arrestato e poi messo ai domiciliari. Ma non è stata provata nessuna attività di spaccio per cui l'accusa nei confronti del ragazzo è venuta meno. Il pm Valeria Sanzari aveva chiesto una condanna a un anno di reclusione e al pagamento di 3 mila euro di multa.