Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Scagionato da tutte le accuse Ardian Matia: a processo i suoi fratelli Mark e Petrit

SPACCIO DI COCAINA: IN QUATTRO A GIUDIZIO, UN PROSCIOGLIMENTO

Accusati di smerciare droga nella Marca anche Erjon Doda e Artur Tuna


CASTELFRANCO VENETO – (gp) Dopo il patteggiamento a tre anni e quattro mesi del 26enne Ergi Cela, e a un anno e otto mesi della 27enne Doloreza Fishka, due fidanzati albanesi di Giavera del Montello, l'inchiesta della Squadra Mobile di Treviso su un giro di spaccio di marijuana e cocaina nella Marca è tornata di fronte al giudice. Imputati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti c'erano i fratelli Mark, Petrit e Ardian Matia, il 35enne Artur Tuna e il 29enne Erjon Doda. Ardian Matia è stato prosciolto da tutte le accuse, Petrit per l'imputazione più grave (detenzione in concorso di un chilo di cocaina). Tutti gli altri sono stati invece rinviati a giudizio e dovranno comparire di fronte al giudice a maggio. L'indagine era partita proprio dal fermo dei due fidanzati trovati a Castrette, appena fuori il casello di Treviso-Nord, con oltre 10 chili di marijuana. Nella loro abitazione erano stati rinvenuti anche 50 grammi di cocaina. Da quel sequestro di stupefacenti, proseguirono le indagini fino a portare al rinvenimento di un chilo e mezzo di cocaina nell'abitazione di Paese di Mark Mitia, gommista di 45 anni. In quell'occasione vennero arrestati sia Petrit che un altro fratello, Ndre, poi scarcerato in quanto vittima di uno “scambio di persona”. Gli investigatori stavano infatti cercando Ardian, risultato poi essere del tutto estraneo a qualsiasi attività di spaccio.