Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il presidente del Benetton commenta il divorzio anticipato con il coach

ZATTA: "NON È SOLO COLPA DI SMITH, LA SQUADRA FACCIA DI PIÙ"

"Il decimo posto è penalizzante, con Goosen ora vogliamo la svolta"


TREVISO Dopo l'annuncio della separazione fra il Benetton e Franco Smith, da registrare l'intervento del presidente dei Leoni Amerino Zatta. "Franco in questi anni ha fatto non bene, benissimo, per cui va solo ringraziato per ciò che ci ha dato, anche da giocatore: ciò che ha vinto a Treviso lo conosciamo bene. Ci ha traghettato in questa non facile realtà celtica costruendo un Benetton di certo adeguato mentalmente, tecnicamente e fisicamente. E questa separazione, presa oggi di comune accordo, anticipa quella che lui stesso aveva annunciato all’inizio della stagione."
Quindi ha influito la deludente classifica che ha la squadra.
"Questo decimo posto non ci premia, siamo certi che si può fare qualcosa in più. Con questo non voglio dire che Franco sia l’unico colpevole, l’allenatore arriva fino ad un certo punto, poi ci deve pensare la squadra; ma oggi bisogna essere sereni da una parte e realistici dall’altra, dobbiamo cioè analizzare la situazione in profondità."
Forse però è la rosa dei giocatori che è un po' logora.

"Il parco giocatori è di livello, una ventina di loro è nel giro della nazionale: io credo sia evidente che possono e devono offrire un maggiore contributo. Tra poco arriverà Marius Goosen, è una scelta nel segno della continuità. E c'è bisogno di una svolta"