Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la pi¨ importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Controllo della Guardia di Finanza di Treviso in una societÓ del vittoriese

POMPA DI BENZINA ABUSIVA IN DITTA: DENUNCIATI I DUE GESTORI

Sequestrato l'intero impianto e la cisterna con 2 mila litri di gasolio


VITTORIO VENETO - Un distributore di carburante autonomo, a domicilio e pienamente efficiente, oltre che abusivo, quello individuato dalla Guardia di Finanza di Treviso durante una verifica fiscale presso una società del vittoriese. In particolare i militari hanno notato la presenza dell’impianto nel piazzale della sede sociale dove il titolare, al fine di avere gasolio da autotrazione prontamente disponibile per i mezzi aziendali, aveva installato una vera e propria “pompa di gasolio”. Di fatto, però, non aveva adempiuto a tutti gli obblighi di legge previsti per la detenzione e lo stoccaggio del carburante. L’impianto era infatti totalmente privo delle autorizzazioni necessarie, tra cui il certificato di prevenzione antincendi, e delle relative norme di sicurezza, essendo installato nelle vicinanze di un centro abitato e lungo un’arteria provinciale soggetta a un traffico di veicoli e mezzi pesanti molto intenso. I finanzieri, constatata la presenza di circa 2000 litri di gasolio contenuti nella cisterna e la relativa pericolosità per persone e cose, hanno posto sotto sequestro l’impianto e denunciato a piede libero i due gestori.