Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Preganziol, a processo per estorsione una 37enne albanese residente a Marghera

PRIMA SEDOTTO E POI RICATTATO: TRASCINA L'AMANTE IN TRIBUNALE

Marito infedele paga 4 mila euro per nascondere il tradimento


PREGANZIOL – (gp) Sedotto e ricattato dall'amante, dopo averle dato 4 mila euro per pagare il suo silenzio si ribella alle continue richieste di denaro e la trascina in tribunale. Alla sbarra, per rispondere dell'accusa di estorsione, una 37enne di origini albanesi residente a Marghera. A sporgere denuncia contro di lei un uomo sposato residente a Preganziol. Quella che doveva rimanere una semplice scappatella extraconiugale è finita, almeno secondo la Procura di Treviso, in un incubo. I due si erano conosciuti per caso e l'attrazione era sfociata in un tradimento. Fu a quel punto che, stando a quanto raccontato dalla vittima alle forze dell'ordine, sarebbero iniziate le minacce: sms e telefonate in cui la donna avrebbe preteso denaro per mantenere il segreto non rendendo nota la loro scappatella alla famiglia di lui. L'uomo, messo alle strette, acconsentì a pagare 4 mila euro per lasciarsi quello sbaglio alle spalle. Ma le richieste di denaro continuarono, tanto da spingere il marito infedele a uscire allo scoperto e denunciare tutto. Scattate le indagini da parte degli inquirenti, le prove acquisite inchioderebbero la 37enne alle proprie responsabilità. Si torna in aula a gennaio per la sfilata dei testi della difesa.