Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Preganziol, a processo per estorsione una 37enne albanese residente a Marghera

PRIMA SEDOTTO E POI RICATTATO: TRASCINA L'AMANTE IN TRIBUNALE

Marito infedele paga 4 mila euro per nascondere il tradimento


PREGANZIOL – (gp) Sedotto e ricattato dall'amante, dopo averle dato 4 mila euro per pagare il suo silenzio si ribella alle continue richieste di denaro e la trascina in tribunale. Alla sbarra, per rispondere dell'accusa di estorsione, una 37enne di origini albanesi residente a Marghera. A sporgere denuncia contro di lei un uomo sposato residente a Preganziol. Quella che doveva rimanere una semplice scappatella extraconiugale è finita, almeno secondo la Procura di Treviso, in un incubo. I due si erano conosciuti per caso e l'attrazione era sfociata in un tradimento. Fu a quel punto che, stando a quanto raccontato dalla vittima alle forze dell'ordine, sarebbero iniziate le minacce: sms e telefonate in cui la donna avrebbe preteso denaro per mantenere il segreto non rendendo nota la loro scappatella alla famiglia di lui. L'uomo, messo alle strette, acconsentì a pagare 4 mila euro per lasciarsi quello sbaglio alle spalle. Ma le richieste di denaro continuarono, tanto da spingere il marito infedele a uscire allo scoperto e denunciare tutto. Scattate le indagini da parte degli inquirenti, le prove acquisite inchioderebbero la 37enne alle proprie responsabilità. Si torna in aula a gennaio per la sfilata dei testi della difesa.