Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Titolare 70enne e commessa legate e minacciate da due malviventi

RAPINA E SEQUESTRO ALLA GIOIELLERIA ROSSO DI RESANA

In serata arrestato dai carabinieri un rapinatore, un 55enne milanese


RESANA - Legate, portate nel retrobottega e tenute sotto la minaccia di una pistola da due malviventi. E' quanto avvenuto alla titolare e ad una commessa della gioielleria Rosso di Resana. Una rapina con un tragico precedente: nel 1975, nell'appartamento soprastante il negozio, dove vive la famiglia, un rapinatore sparò un colpo, uccidendolo, ad Antonio Rosso, marito dell'attuale proprietaria.

I Carabinieri della compagnia di Castelfranco già in serata hanno arrestato uno dei due rapinatori: si tratta di un pluripregiudicato 55enne di Abbiategrasso, in provincia di Milano. Nel corso della periquisizione è stato recuperato anche un cuter utilizzato nella rapina. Gli investigatori stanno invece, ancora identificando il complice, una donna dall'apparente età tra 35 e 45 anni.

Intorno a mezzogiorno i due suonano alla gioielleria di via Martiri della Libertà, in pieno centro del paese. Non tradiscono accento straniero o inflessioni particolari: chiedono di vedere degli orecchini, poi quando Antonietta Menegotto, 70 anni, e la sua collaboratrice, Pamela, 32enne di Campodarsego, iniziano a mostrare alcuni pezzi, il bandito estrae una pistola. Con l'arma puntata e con qualche spintone, trascina le donne nel retrobottega, dove la sua complice immobilizza loro mani e piedi con il nastro adesivo. In quello, alla porta si presenta una cliente. I rapinatori, per non destare sospetti, sono costretti a liberare la commessa e la obbligano a convincere, con una scusa, la nuova venuta a tornare nel pomeriggio. L'imprevisto, però, ha evidentemente disturbato i loro piani, così i banditi decidono di arraffare alcuni rotoli di gioielli d'oro dalla cassaforte, rimasta aperta, e darsi alla fuga attraverso il giardino sul retro delle gioielleria. Ancora da quantificare con precisione il bottino. Allertati dalla commessa, in pochi minuti arrivano sul posto i Carabinieri della Compagnia di Castelfranco, che controllano anche le immagini del sistema di videosorveglianza interno. Molto scosse le due vittime: la 70enne titolare, sotto choc anche per il ricordo di quanto successo al marito 38 anni fa, è stata visitata del personale del Suem, senza però essere trasportata in ospedale.

 



Galleria fotograficaGalleria fotografica