Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND ╚ IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE ╚ IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerÓ l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindaco Manildo: "Applicare le imposte in base ai principi di equitÓ e giustizia"

MINI-IMU: LUCI SPENTE ANCHE A TREVISO IN SEGNO DI PROTESTA

E' la risposta all'appello lanciato dal sindaco di Padova Ivo Rossi


TREVISO – Sulla questione “mini-Imu” anche il Comune di Treviso spegne le luci in segno di protesta. Ad annunciarlo è stato il sindaco Giovanni Manildo che ha risposto così all’appello lanciato nei giorni scorsi dal primo cittadino padovano Ivo Rossi. “Questa protesta non vuole essere una lotta tra Comuni o una critica all’ANCI che pure sta facendo un buon lavoro, ma un modo per ribadire la necessità di applicare le imposte in base ai principi di equità e giustizia – dichiara Manildo - Ancora una volta a pagare sono i comuni virtuosi, così chiamati perché amministrati in modo responsabile anche sotto il profilo della gestione delle risorse economiche. Ma dal patto di stabilità in poi sembra che applicare delle politiche responsabili non serva più. Tutto il contrario: l’aggettivo "virtuosi" sembra essere diventato sinonimo di “poco furbi”. Rischiamo quindi di dare un messaggio sbagliato anche a tutti quei cittadini ai quali vorremmo garantire un più elevato livello dei servizi e che invece non  riusciamo a garantire perché vincolati da un patto di stabilità diventato ormai incomprensibile”. In segno di protesta le luci di Piazza dei Signori, dall’albero di Natale alla Prefettura, verranno spente dalle 20.00 alle 21.00 di mercoledì 11 dicembre: “Alla base della nostra adesione sta dunque non solo la protesta contro la Mini – Imu – sottolinea Manildo - sulla quale spero si faccia un discorso serio in merito alla ridistribuzione dei trasferimenti, ma anche un modo per ribadire al governo che è finita la stagione in cui i Comuni svolgevano un’azione di supplenza. L’ultimo caso in ordine di tempo – chiude il sindaco -  è quello della maggiorazione Tares: neppure un euro alle casse comunali, con l’aggravio delle spese di spedizione interamente a nostro carico”.