Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il rapinatore della gioielleria "Rosso" di Resana ha scelto di proteggere i complici

SCENA MUTA DAVANTI AL GIUDICE: MARCO BALZARETTI RESTA IN CELLA

Ancora da quantificare il bottino: si parla di decine di migliaia di euro


RESANA – (gp) Ha scelto la via del silenzio Marco Balzaretti, il 55enne di Abbiategrasso finito in manette con l'accusa di essere uno dei due rapinatori che sabato pomeriggio ha legato e derubato sotto la minaccia di una pistola la titolare e e una commessa della gioielleria “Rosso” di Resana. L'uomo, difeso dall'avvocato Guido Galletti, è comparso davanti al gip Angelo Mascolo per l'interrogatorio di convalida dell'arresto decidendo di avvalersi della facoltà di non rispondere. Uno sviluppo previsto anche dagli stessi complici che per salvarsi dall'arresto lo avevano abbandonato a Resana convinti che, una volta preso, avrebbe tenuto la bocca chiusa su coloro che avevano partecipato al colpo. Balzaretti venne infatti acciuffato dai carabinieri a due passi dal negozio mentre attendeva di essere prelevato dai componenti della banda all'esterno del bar Plaza. Come aveva finto di essere un cliente all'interno della gioielleria, così aveva fatto nel bar prendendo uno spritz per non dare nell'occhio. Ma i titolari avevano comunque avvertito il 112 di quella presenza sospetta e così era scattato il controllo. Riconosciuto poi dalle vittime, i militari gli avevano trovato in tasca il cutter utilizzato per minacciare le due donne all'interno della gioielleria, oltre al nastro adesivo per legarle nel retrobottega. Della pistola, una semiautomatica con il colpo in canna, nessuna traccia: sarebbe stato lui stesso a riferire ai militari di averla abbandonata dopo l'irruzione nella gioielleria. La caccia alla complice che è entrata con lui nel negozio è ancora aperta, come risulta ancora aperta la conta dell'ammontare del bottino: i rapinatori, prima di essere disturbati da una cliente e costretti a fuggire, hanno arraffato due rotoli di gioielli d'oro dalla cassaforte prima di scomparire uscendo dal giardino sul retro delle gioielleria.


Galleria fotograficaGalleria fotografica

 

Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
09/12/2013 - Marco Balzaretti, 55 anni:
è lui il rapinatore di Resana

07/12/2013 - Rapina e sequestro alla
gioielleria Rosso di Resana