Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato con rito abbreviato un 49enne residente a Casale sul Sile

LITIGA CON LA CONVIVENTE E POI MINACCIA I CARABINIERI: UN ANNO

Era accusa di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento


CASALE SUL SILE – (gp) Completamente ubriaco, in preda all'ira dopo una lite con la convivente, aveva danneggiato con un coltello il tavolo di casa e si era ferito a una mano. Dopo aver chiamato i carabinieri, aveva inoltre minacciato e aggredito i militari cercando infine di ingoiare dei cocci di vetro. Condotte che sono costate una condanna a un anno di reclusione, con rito abbreviato, a un 49enne di Casale sul Sile difeso dall'avvocato Andrea Zambon nel processo per direttissima per le accuse di danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale. Era il 16 giugno scorso quando si svolsero i fatti che portarono all'arresto dell'uomo. Il suo legale, in sede di convalida dell'arresto, era riuscito a limitare la custodia cautelare nel solo obbligo di presentazione giornaliero alla polizia giudiziaria. Misura tuttora attiva e per cui è stata chiesta la revoca. Il giudice, nel pronunciare la sentenza, si è riservato la decisione. Secondo l'accusa sarebbero state particolarmente concitate le fasi dell'intervento dei militari a casa dell'uomo: subito era stata messa al sicuro la convivente, una 44enne. Il 49enne aveva cercato prima di mettere in bocca un frammento di vetro per ferirsi, poi aveva aggredito i militari prima con lo stesso coccio, poi con una roncola e infine fingendo di prendere da terra una pistola che però effettivamente non aveva. Anche in caserma la furia dell'uomo non si era placata: il 49enne aveva infatti tentato di colpire più volte a testate il muro della sala d'attesa.