Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

In manette il 28enne bergamasco Fabio Monferrato, ricercati due albanesi

SEGREGATA TRE GIORNI, LUCCIOLA 20ENNE DENUNCIA I SUOI AGUZZINI

Il 50% dei guadagni allo sfruttatore: si è ribellata e d è stata rapita


TREVISO – (gp) Segregata per tre giorni è riuscita a scappare e a denunciare i suoi aguzzini: uno è finito in manette, altri due sono latitanti e su di loro pende un mandato di cattura, che a breve diventerà internazionale. La vittima è una ragazza albanese di 20 anni, giunta in Italia nel gennaio scorso per fare la prostituta. Il suo aggancio a Treviso era una sua cara amica il cui ragazzo, anche lui albanese, ha finito per diventare il protettore della 20enne. Dopo 4 mesi di lavoro sulla strada, in zona Castrette, la giovane decise di sparire andando a Bergamo, dove continuò a fare la lucciola. Secondo lei era troppo dare il 50% dei guadagni delle prestazioni sessuali allo sfruttatore. Tornata a giugno nella Marca, aveva ricominciato a vendersi sempre nello stesso punto, a Castrette. Per questo il suo sfruttatore iniziò a minacciarla arrivando a organizzare il sequestro. Per portarlo a termine si è fatto aiutare da un italiano, il 28enne bergamasco Fabio Monferrato, che si è finto cliente per poi risultare complice del 34enne albanese, il mandante del sequestro nonché lo sfruttatore. Era la notte tra il 4 e il 5 agosto scorso quando la giovane sparì nel nulla, mettendo in allarme due sue amiche che ne denunciarono la scomparsa il 6 agosto. Fu la stessa giovane, il 7 agosto, a presentarsi in questura per denunciare quanto aveva subìto: prelevata sulla strada da Monferrato e da un uomo mascherato (secondo la polizia quello che sarebbe poi diventato il carceriere), venne portata in un appartamento di Fontane e lì rinchiusa per tre giorni, sotto la minaccia di morte per lei e la sua famiglia se non fosse tornata a lavorare per Berberaj. Dopo mesi di indagini la Polizia ha ottenuto l'ordine di carcerazione per i tre aguzzini, accusati di sequestro di persona, lesioni, minacce, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione in concorso: Monferrato si trova rinchiuso a Bergamo, mentre i due stranieri risultato latitanti. Un'operazione illustrata così dal dirigente della Squadra Mobile di Treviso Enrico Biasutti.