Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Zia e nipote avevano nascosto nella borsa capi per 200 euro

RUBANO VESTITI AL BAZAR CINESE, GIOSTRAIE SCOPERTE E ARRESTATE

Il titolare le teneva d'occhio tramite le videocamere interne


ODERZO - Dopo aver staccato le placchette anti-taccheggio avevano nascosto diversi vestiti nelle loro borse. Ma non hanno fatto i conti con l'attenzione del proprietario del negozio e con le telecamere interne di sorveglianza. Nel pomeriggio di ieri due giostraie, residenti in provincia, si aggirano tra gli scaffali del reparto abbigliamento donna del Bazar, grande magazzino di via Sordello ad Oderzo, gestito da cinesi. Il loro atteggiamento, però, insospettisce il titolare dell'esercizio commerciale, che ne osserva le mosse attraverso il monitor dell'impianto video a circuito chiuso, e chiama il 112. Giunti sul posto in pochi minuti, il Carabinieri della stazione di Ponte di Piave intercettano le due donne nel negozio: dalle loro borse fuoriescono diversi capi di abbigliamento per un valore di 200 euro complessivi. Sono così scattate le manette per furto aggravato per G. A., 36 anni, e G.M., 20 anni, zia e nipote, la prima già ben nota ai militari. Le due sono state accompagnate prima in caserma e poi nella loro abitazione, a Signoressa, dove dovranno restare agli arresti domiciliari, in attesa dell'udienza di convalida, prevista per lunedì 15 dicembre.