Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Zia e nipote avevano nascosto nella borsa capi per 200 euro

RUBANO VESTITI AL BAZAR CINESE, GIOSTRAIE SCOPERTE E ARRESTATE

Il titolare le teneva d'occhio tramite le videocamere interne


ODERZO - Dopo aver staccato le placchette anti-taccheggio avevano nascosto diversi vestiti nelle loro borse. Ma non hanno fatto i conti con l'attenzione del proprietario del negozio e con le telecamere interne di sorveglianza. Nel pomeriggio di ieri due giostraie, residenti in provincia, si aggirano tra gli scaffali del reparto abbigliamento donna del Bazar, grande magazzino di via Sordello ad Oderzo, gestito da cinesi. Il loro atteggiamento, però, insospettisce il titolare dell'esercizio commerciale, che ne osserva le mosse attraverso il monitor dell'impianto video a circuito chiuso, e chiama il 112. Giunti sul posto in pochi minuti, il Carabinieri della stazione di Ponte di Piave intercettano le due donne nel negozio: dalle loro borse fuoriescono diversi capi di abbigliamento per un valore di 200 euro complessivi. Sono così scattate le manette per furto aggravato per G. A., 36 anni, e G.M., 20 anni, zia e nipote, la prima già ben nota ai militari. Le due sono state accompagnate prima in caserma e poi nella loro abitazione, a Signoressa, dove dovranno restare agli arresti domiciliari, in attesa dell'udienza di convalida, prevista per lunedì 15 dicembre.