Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si nascondeva in Moldavia: deve scontare sei anni di galera

PERICOLOSO LATITANTE, INDIVIDUATO ED ARRESTATO DOPO SETTE ANNI

Muhamed Mersini autore di diversi reati anche nella Marca


TREVISO - Dopo sette anni di latitanza, l'hanno arrestato in Moldavia. Quando saranno completate le procedure per l'estradizione in Italia, dovrà scontare poco più di sei anni di carcere. Muhamed Mersini, trentenne, nato a Roma, ma di origini macedoni, del resto può vantare un cospicuo curriculum criminale. Appena diciottenne, nel 2001, fu coinvolto in un incidente stradale in cui persero la vita tre albanesi, l'anno dopo venne arrestato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, sfruttamento della prostituzione minorile e riduzione in schiavitù, nel 2004 subì un nuovo arresto per rapina e tentata estorsione. Uscito in seguito ad indulto il 5 agosto del 2006, ritornò in manette appena due mesi dopo per furto, ricettazione e detenzione illegale di armi. Poco dopo però era evaso dagli arresti domiciliari facendo perdere le proprie tracce all'estero: fino a qualche settimana fa, quando gli investigatori dei Carabinieri di Treviso, l'hanno individuato in Moldavia, inviando la polizia locale ad arrestarlo su mandato dell'Interpol. In Italia lo attende la prigione che già ben conosce.